Alitalia: Ue verso bocciatura prestito-ponte

Bruxelles si appresta a bocciare il prestito-ponte per Alitalia, secondo quanto riporta il quotidiano ‘La Repubblica’, le spiegazioni del governo italiano non sono bastate a spazzare i dubbi
dell’Unione Europea sulla legalità del prestito ponte da 300 mln di euro concesso alla compagnia di bandiera italiana.

E così mercoledì 11 giugno la commissione Ue, su proposta del suo vicepresidente e responsabile per i Trasporti, Antonio Tajani, aprirà una procedura per aiuti di Stato a
carico dell’Italia e chiederà formalmente di sospendere il prestito. Un’interpretazione scrupolosa delle regole Ue che, comunque, lascerà al Governo circa quattro mesi per trovare
la famosa cordata in grado di rilevare la compagnia di bandiera, unico modo per evitare una condanna Ue e il suo crollo finanziario.

Intanto si svolgerà oggi, alle 15, il question time trasmesso in diretta televisiva dall’Aula di Montecitorio. Il ministro per l’Attuazione del programma, Gianfranco Rotondi,
risponderà ad interrogazioni sugli orientamenti del governo in merito alla questione Alitalia.

Leggi Anche
Scrivi un commento