Alfano al CSM: «non stravolgeremo riforma dell'Ordinamento Giudiziario»

Il Governo non intende fare una nuova riforma dell’ordinamento giudiziario nel suo complesso, lo ha detto il ministro della Giustizia Angelino Alfano in apertura del plenum del Csm, non ci
sarà, ha spiegato «un ennesimo stravolgimento degli assetti dell’ordinamento giudiziario» ma, ha aggiunto: «E’ fermo desiderio dell’Esecutivo realizzare alcuni
obiettivi qualificanti con la necessaria gradualità e con il proficuo confronto con la magistratura in tutte le sue espressioni».

Alfano ha detto che lo sforzo sarà quello trovare soluzioni «efficienti» e il più possibile «condivise» e ha promesso risposte rapide ai problemi urgenti
per rendere più efficace il sistema della giustizia. Il vicepresidente del Csm Nicola Mancino ha sottolineato la necessità di dialogo con il governo per «superare contrasti
antichi e meno antichi nel rapporto tra politica e giustizia». Per quest’ultima, ha detto, «non bastano le riforme ma servono risorse adeguate».

Leggi Anche
Scrivi un commento