Alemanno frena la Lega: «no alle ronde»

Gianni Alemanno boccia le ronde ipotizzate dalla Lega per tutelare la sicurezza dei cittadini. L’idea, avanzata dal ministro dell’Interno in pectore Roberto Maroni, non piace al candidato del
Pdl a sindaco di Roma: «Come i braccialetti antistupro, si tratta di soluzioni inaccettabili – spiega – è una sicurezza fai da te, fatta da cittadini che cercano in questo modo di
ovviare alla latitanza dello Stato e dei Comuni».

Poi Alemanno frena il Carroccio: «Le decisioni si prendono in Consiglio dei ministri». L’altro candidato al Campidoglio, intanto, attacca l’informazione Mediaset, accusata di dare
un’immagine distorta della Capitale sul tema della sicurezza: «In certi telegiornali di proprietà di Berlusconi – afferma Rutelli – Roma sembra Mogadiscio con le persone che si
sparano per le strade».

Leggi Anche
Scrivi un commento