Alba 2016: Trionfo del Tartufo Bianco

Alba 2016: Trionfo del Tartufo Bianco

Otto settimane dopo l’apertura del Mercato Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba, avvenuta il 7 ottobre alla presenza del presidente del Senato Pietro Grasso, gli ingressi hanno superato le 110 mila unità. Oltre 23 mila solo nel weekend di Ognissanti. Fortissima la presenza internazionale, dove una persona su due era straniera.

Anche l’area dell’Albese, delle Langhe, del Roero e del Monferrato hanno beneficiato di questi numeri: sono oltre 600 mila le presenze registrate sul territorio tra quanti hanno pernottato e quanti hanno effettuato una visita in giornata, due terzi dei quali straniere, con arrivi da ogni parte del mondo, in particolare da Russia, Brasile, Stati Uniti, Australia, Regno Unito, Germania, Olanda, Belgio e Spagna. Ottima la presenza di turisti asiatici, in particolare da Cina, Taiwan e Giappone.

«L’86a edizione della Fiera si chiude con un pieno successo – commenta Liliana Allena, giunta al suo secondo mandato come presidente dell’Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba. Ha mostrato di essere un evento in grado di rappresentare e promuovere l’intero territorio di Alba, Langhe e Roero in tutto il mondo. Una manifestazione che è stata sotto i riflettori dei grandi media internazionali e che ha attratto un pubblico in gran parte straniero».

Straordinarie anche le performance dei profili social e del sito della Fiera: la pagina Facebook ha registrato oltre 1 milione e 600 mila visite, mentre il sito web ha contato 250 mila accessi, l’11% in più rispetto allo scorso anno e ben 75% di nuovi visitatori.

Hanno raccolto un pieno successo anche gli eventi legati alla Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba: oltre 1.700 persone hanno partecipato all’Alba Truffle Show, il palco sul quale i grandi chef nazionali e locali hanno cucinato, di fronte al pubblico, piatti studiati per esaltare le caratteristiche del «Re dei Funghi».

Le mostre, da After Omeros di Francesco Clemente a Regine & Re di Cuochi e FuturBalla, hanno richiamato ad Alba oltre 40 mila persone. Successo anche per Poetica, che ha emozionato la capitale delle Langhe durante una intensa quattro giorni di incontri con grandi intellettuali ed artisti italiani ed internazionali e l’Alba Truffle Bimbi “Green”, il padiglione dedicato alle famiglie che ha fatto giocare oltre 4.000 bambini.

L’appuntamento con l’87° edizione della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba è dal 7 ottobre al 26 novembre 2017.

La stagione del tartufo continua anche dopo la Fiera. L’Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, in sinergia con l’Ente Turismo Alba Bra Langhe Roero e la Città di Alba, promuovono infatti l’iniziativa Il Tartufo di Natale, che racchiude un ricco calendario di eventi gastronomici, culturali e musicali sul territorio. «L’andamento climatico fa sì che ci siano ancora molti tartufi da raccogliere – commenta Liliana Allena. Vogliamo condividere quest’occasione con i viaggiatori del gusto, che potranno venire sulle colline dell’Unesco a gustare la grande cucina Langhe, Roero e Monferrato».

Tra gli appuntamenti da segnare in agenda l’assegnazione del Tartufo dell’Anno il 20 dicembre – alle ore 18.30 presso la Chiesa di San Domenico ad Alba – alla campionessa paraolimpica Bebe Vio.

Saranno anche coinvolte le iniziative del territorio come Bianco anche a Natale, promossa in collaborazione con la maggior parte dei ristoratori dal Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero, e Il Magico Paese di Natale, manifestazione che nel Comune di Govone propone i tradizionali Mercatini, la Casa di Babbo Natale, momenti di animazione e spettacoli a tema per le famiglie, degustazioni e appuntamenti dedicati ai sapori del territorio.

Continua inoltre fino al 31 dicembre il progetto Breathe the Truffle, la campagna di crowdfunding per trovare fondi a sostegno della difesa del paesaggio dove nasce il «Re dei Funghi: breathetruffle.fieradeltartufo.org

«La Fiera si distingue per il forte richiamo enogastronomico – dichiara Luigi Barbero, presidente dell’Ente Turismo Alba, Bra Langhe e Roero ma ha offerto moltissime attività complementari che hanno dimostrato la vivacità del territorio e sono state occasioni per prolungare la permanenza dei turisti. Un turismo, è bene sottolinearlo, sempre più consapevole e rispettoso di un territorio Patrimonio Unesco, dove la cultura dell’accoglienza sta migliorando di anno in anno, nella qualità e nella quantità dei servizi offerti».

Per il sindaco di Alba Maurizio Marello e l’assessore alla Cultura e al Turismo Fabio Tripaldi «Alba catalizza e amplifica gli eventi di un’ampia zona, instaurando preziose sinergie con amministrazioni e realtà locali e nazionali. La Fiera ha visto la collaborazione di tutti gli assessorati e i consiglieri, gli enti e le associazioni della città: uno sforzo collettivo e trasversale che ha dato frutti importanti».

Chiara Danielli
Redazione Newsfood.com

 

Leggi Anche
Scrivi un commento