Al via la stagione 2009 del melone di Pachino IGP

Al via la stagione 2009 del melone di Pachino IGP

Pachino – Quest’anno il Melone di Pachino Igp, solitamente disponibile da metà marzo, si è fatto attendere un po’ più a lungo.
Tuttavia, i primi dati resi noti dall’ATPTP, l’Associazione per la Tutela dei Prodotti Tipici di Pachino nata nel 1997 per tutelare e promuovere le eccellenze agroalimentari dell’area, rivelano
un’annata molto positiva che ripagherà pienamente gli sforzi delle aziende di produzione.

Il Melone di Pachino, che da aprile del 2007 può fregiarsi dell’Indicazione Geografica Protetta, proviene da un areale compreso tra le province di Siracusa e Ragusa. Il territorio di
origine, con le sue terre rosse mediterranee, i suoi pantani retrodunali e la sua vicinanza al mare conferisce alle acque di irrigazione un’elevata salinità e dona al Melone di Pachino
Igp il suo inconfondibile sapore. Determinante per la maturazione dei frutti è anche il tipico clima mediterraneo di cui gode il distretto, con inverni miti e temperature che
difficilmente scendono sotto i 5°C, estati calde e poco piovose e soprattutto con una radiazione solare tra le più elevate d’Europa.

La produzione annua del Melone di Pachino Igp supera le 25 mila tonnellate tra varietà a buccia liscia e a buccia retata, entrambe con una polpa croccante color salmone o rosso, un
elevato contenuto zuccherino (circa 14-15 °brix), e una prolungata resistenza post raccolta (15-20 giorni), che permette ai frutti di raggiungere in ottime condizioni organolettiche anche i
mercati di vendita dell’Europa del Nord. 

Leggi Anche
Scrivi un commento