Agronomi: i veri professionisti non si nascondono dietro ai CAA

L’attività dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali sul territorio e nelle aziende ha sempre rappresentato un capisaldo per la crescita e lo sviluppo delle nostre campagne, la consulenza
aziendale rappresenta quindi una tipica prestazione professionale e non soltanto perché sancito dalla Direzione generale dell’agricoltura della Commissione europea, dall’Autorità
Antitrust e dalla Corte di Cassazione ma perché è la nostra storia, la tradizione della nostra categoria.

La nascita dei Centri di assistenza agricola, che pure doveva salvaguardare le prerogative professionali, ha rappresentato invece una prevaricazione insostenibile, tale che l’attuale Consiglio
dell’Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali ha avviato una serie di azioni per tutelare e salvaguardare gli iscritti all’Albo, rompendo un monopolio che perdura da circa
quindici anni.
“Sono sorpreso e rammaricato che taluni colleghi, per interessi di parte – commenta il Presidente Pantaleo Mercurio, Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali –
siano tanto insensibili da ostacolare tale processo, facendosi portavoce e assecondando un monopolio a discapito di tanti colleghi. Non è tollerabile un simile atteggiamento, non
è possibile sopportare che, platealmente, attraverso una subdola e ingannevole pubblicità apparsa su diverse testate specializzate, vengano lesi gli interessi dei nostri iscritti,
in vistosa violazione delle linee guida italiane e europee. Il CAA liberi professionisti Srl si consideri quindi avvisato e diffidato dall’associare la sua immagine a quella dell’intera
categoria dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali.”
Il Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali infine afferma perentoriamente che veri professionisti sono quanti, regolarmente iscritti all’Albo, svolgono
quotidianamente la loro attività professionale nel rispetto delle norme e delle severe regole deontologiche che presiedono la professione di Dottore Agronomo e Dottore Forestale.

Leggi Anche
Scrivi un commento