Addio a dolore ed infiammazione con le ciliegie

Addio a dolore ed infiammazione con le ciliegie

E’ la stagione delle ciliegie, ed è così giusto approfittarne. Aldilà del buon sapore, il frutto rosso agisce come antidolorifico naturale, soprattutto se si scelgono
alcune varietà, particolarmente ricche di antinfiammatori.

Questo l’argomento di una ricerca della Oregon Health and Science University, diretta dalla dottoressa Kerry Kuehl e presentata durante l’American College of Sports Medicine Conference (ACSM)
che si tiene a San Francisco dal 29 maggio al 2 giugno 2012.

Fra tutte le varietà di ciliegia, la squadra dell’Oregon ha scelto la visciola, ciliegia selvatica ritenuta interessante per l’alto numero di sostanze antinfiammatorie.

In seguito, gli esperti hanno selezionato 20 volontarie: età 40-70 anni, tutte malate di artrosi antinfiammatoria. Per tre settimane, le donne hanno assunto succo di visciola due volte
al giorno: dopodiché, hanno subito esami medici.

Questi hanno certificato come vi erano significative riduzione dei marker dell’infiammazione (e del dolore percepito), ed il fenomeno era più evidente nelle donne con più alti
livelli della sostanza.

Secondo la dottoressa Kuehl, il buon esito dell’esperimento apre prospettive nuove nella cura di alcune malattie.

Con la popolazione mondiale sempre più vecchia, e malattie come artrosi ed artrite in aumento, la visciola si pone come possibile rimedio, valido e senza le controindicazioni dei farmaci
artificiali.

FONTE: Sleigh, AE, Kuehl KS, Elliot DL .”Efficacy of tart cherry juice to reduce inflammation among patients with osteoarthritis”. American College of
Sports Medicine Annual Meeting. May 30, 2012

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento