A PastaTrend 2011 Granoro porta alla ribalta la gastronomia pugliese

A PastaTrend 2011 Granoro porta alla ribalta la gastronomia pugliese

Il 3 aprile Granoro protagonista a Bologna, per la seconda edizione di Pasta Trend –
Il Grande Salone della Pasta, con uno show cooking (dimostrazione in cucina): in tavola i prodotti gastronomici del pastificio, che incarnano i sani valori della Dieta Mediterranea (diventata
Patrimonio dell’Unesco), con una chef d’eccezione come Manuela Mangani del Ratatouilleart by Osteria Violino di Pisa.

Promuovere la genuinità dei propri prodotti è una delle prerogative del Pastificio Granoro che dopo l’esaltante esperienza del 2010 haconfermato la sua presenza
alla seconda edizione di PASTATREND il primo e unico Salone dedicato alla pasta, alla sua filiera e all’alimentazione mediterranea ad essa collegata, in programma a BolognaFiere dal 2 al 5 aprile
con oltre 160 espositori scelti tra le aziende di maggior prestigio. Un’importantissima vetrina nazionale che permette di far incontrare tra loro tutti i protagonisti del sistema alimentare
italiano, attraverso ogni anello della filiera: dalla pasta ai sughi, dalla produzione alla ristorazione, fino alle sementi e agli impianti, per chi produce e per chi affronta ogni giorno le
nuove esigenze del mercato, con un occhio particolare alle nuove tendenze nel campo dell’alimentazione, della produzione e dei servizi.
In linea con l’originalità della manifestazione, Granoro sarà protagonista in tavola domenica 3 aprile, alle ore 12.30 presso
il padiglione 33 (Stand 78) con uno Show Cooking realizzato interamente con i suoi prodotti, rigorosamente pugliesi.

Saranno infatti gli spaghetti alla chitarra appartenenti alla pregiata linea de “Le Specialità di Attilio” dedicata proprio al fondatore del Pastificio,
Attilio Mastromauro, e ottenuta da semole particolarmente pregiate e trafilata al bronzo, uno degli ingredienti principe degli”Spaghetti alla Chitarra Granoro Fusion” la ricetta che Granoro
presenterà in collaborazione con una chef d’eccezione come Manuela Mangani del Ratatouilleart by Osteria Violino di Pisa, insieme ai Pomodirini Biologici Granoro e all’Olio Extra Vergine
di Oliva DOP Terra di Bari – Castel del Monte, tutti importanti capisaldi della linea di prodotti gastronomici Granoro. Così come il suo amministratore delegato Marina Mastromauro,
sarà una donna, Manuela Mangani, a dare vita ai prodotti Granoro realizzando un primo piatto che incarna i sani principi della dieta mediterranea, recentemente inserita nel Patrimonio
Culturale dell’Unesco. E’ infatti l’autorevole Journal of American College of Cardiology ad aver pubblicato degli studi che ne attesterebbero l’efficacia nella prevenzione della sindrome
metabolica, dell’obesità addominale, e dei livelli HDL del colesterolo “cattivo”, così come dell’insorgenza di malattie cardiovascolari e del diabete di tipo 2 e di alcuni tipi di
cancro.
Pisana, poco più che quarantenne, pluripremiata chef e sommelier, Manuela Mangani ha già gestito altri ristoranti a bordo spiaggia e si è fatta le ossa nelle nobili cucine
della pasticceria Salza.

Lo show cooking a Pasta Trend 2011 si va ad aggiungere alle recenti innovazioni legate alla comunicazione che Granoro ha promosso sia sul web sia sul restyling grafico dei suoi prodotti.

LA RICETTA “SPAGHETTI ALLA CHITARRA GRANORO FUSION”

Ingredienti per 4 persone:

– 300g spaghetti alla chitarra Granoro (tempo di cottura 10 min.)
– 400g acciughe fresche pulite
– 80g crema di lardo di culatello di Parma
– 400g  di pomodorini al naturale  Bio Granoro
– 2  cipolle sponzale brasate all’aceto di mele
– 200g di pecorino stagionato DOP
– polvere di cavolo nero
– olio extra vergine di oliva DOP Terra di Bari – Castel del Monte
– sale e pepe qb
– timo fresco
– basilico fresco

Preparazione:
Sciogliere la crema di lardo di culatello di Parma in una padella aggiungere i pomodorini sgocciolati e schiacciati ed una fogliolina di basilico, nel frattempo brasare la cipolla 
sponzale, aggiungere le acciughe fresche tagliate a tocchetti e sfumare con l’aceto di mele. Poi aggiungere la pasta scolata al dente e ultimare la cottura per altri 2 minuti circa. A fuoco
spento mantecare con il pecorino. Completare il piatto con una spolverata di polvere di cavolo nero, timo fresco, pepe nero ed un filo di olio extravergine di oliva -DOP –
Granoro.

Leggi Anche
Scrivi un commento