Nutrimento & nutriMENTE

15 dicembre 2012: “Nocciola Day”

15 dicembre 2012: “Nocciola Day”

By Redazione

Sabato 15 dicembre sarà celebrata la 1ª Giornata Nazionale dedicata alla Nocciola, un frutto prezioso di cui è ricca la nostra Nazione, secondo produttore al mondo dopo
la Turchia e unico Paese a vantare 3 marchi europei di qualità: la Nocciola di Giffoni I.G.P., la Nocciola Romana D.O.P. e la Nocciola Piemonte I.G.P.

“Un alimento cardine della dieta mediterranea, di altissimo profilo nutrizionale, garantito e controllato in ogni fase della filiera produttiva, dalla pianta alla tavola,” afferma Rosario
D’Acunto, Presidente dell’Associazione Nazionale Città della Nocciola. “E che rappresenta anche un’attrattiva di tendenza per i sempre più numerosi appassionati di turismo rurale
ed enogastronomico.”

Proprio per condividere con il grande pubblico i valori della Nocciola Italiana, l’Associazione Nazionale Città della Nocciola, con il cofinanziamento del MIPAAF, ha ideato il
“Nocciola Day” che andrà in scena a Roma, Napoli, Milano e nei 230 paesi italiani produttori di nocciole. Dalla Sicilia alla Campania, dal Lazio al Piemonte, dalla Lombardia alla
Calabria, dalla Toscana all’Umbria, nelle principali regioni corilicole italiane verranno organizzati numerosi eventi che vedranno protagonista la nocciola italiana: escursioni guidate nei
sentieri della nocciola, weekend, dedicati nei ristoranti, bar e pasticcerie, stand gastronomici, laboratori sensoriali, convegni e mostre fotografiche. Per scoprire tutte le iniziative in
programma quel giorno e individuare il posto più vicino dove si festeggia la Nocciola basta andare sul sito www.nocciolaitaliana.it.

Con 70.000 ettari coltivati e 98.000 tonnellate prodotte nel 2012, la nocciola italiana rappresenta un tassello fondamentale dell’economia agricola di alcune regioni come Campania, Lazio,
Piemonte e Sicilia, dove è concentrata ben il 98% della produzione. Da un punto di vista qualitativo le nostre nocciole sono di gran lunga le più buone al mondo – per valori
nutrizionali ed organolettici – rispetto alle altre varietà prodotte all’estero. I dati dell’ultimo Panel d’assaggio Ufficiale della Nocciola, svoltosi a Roma nel 2011, mostrano che le
varietà italiane sono superiori rispetto a quelle estere per dolcezza e persistenza olfattiva, caratteristiche particolarmente apprezzate nei prodotti dolciari. All’analisi sensoriale
delle diverse cultivar testate le migliori nel gradimento complessivo risultano la Tonda di Giffoni IGP (70), la Nocciola Piemonte IGP (67), Nocciola dei Nebrodi e delle Madonie (39) e la
Nocciola Romana DOP.

“Da sola o anche come ingrediente di snack, salse e dolci, la nocciola italiana rappresenta il cibo ideale per coniugare gusto e sana alimentazione” dichiara Rosario D’Acunto Presidente
dell’Associazione Nazionale Città della Nocciola. La nocciola infatti è costituita da una variegata e ben assemblata miscela di sostanze utili alla salute; una particolare
formulazione in acidi grassi infatti rende questo frutto ricco di molecole bioattive (fitosteroli, polifenoli, vitamine), fibre e sali minerali che favoriscono la prevenzione di malattie
cronico-degenerative. E’ confermato ad esempio che l’acido oleico, di cui sono ricche le nocciole, consente di mantenere sotto controllo i livelli di LDL, il cosiddetto colesterolo cattivo
mentre innalza quelli di HDL, il “colesterolo buono”. Le nocciole sono inoltre ricche di calcio e l’alto contenuto di vitamina E del frutto fornisce inoltre un apporto significativo di agenti
antiossidanti che rallentano l’invecchiamento dei tessuti.

Silva Valier

Per Newsfood.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: