Zambetti e Bettoni presentano a Roma Artigiana 2008

Milano – «Artigiana 2008», manifestazione d’eccellenza dell’artigianato lombardo è stata presentata oggi in una conferenza stampa che si è svolta nella sede
di Roma di Unioncamere: «Quella che è iniziata in questi giorni – ha detto l’assessore all’Artigianato e Servizi, Domenico Zambetti – è una seconda edizione che può
già vantare risultati importanti.

Lo scorso anno si sono registrati 70.000 visitatori mentre 2.000 sono stati gli studenti che hanno seguito gli oltre 112 eventi dislocati sul territorio. E sottolineo questo aspetto,
poiché ‘Artigiana’ vuole essere l’orgoglio dell’artigianato lombardo».

In effetti, il pubblico si è sentito protagonista di una grande festa, di una cultura e di una tradizione condivisa, partecipando a una rassegna nata quasi per scommessa sul fascino che
tanti mestieri poco conosciuti potevano rappresentare per il grande pubblico. Sono quindi state 646 le imprese partecipanti ad attività espositive in tutto il territorio regionale e di
queste il 15% era composto da imprese di giovani artigiani e quasi il 20% da imprese femminili. I settori maggiormente rappresentati sono stati l’artigianato artistico e tradizionale e quello
del legno, arredamento e design.
«Sono cifre importanti – ha proseguito Zambetti – che rispecchiano quello che l’artigianato lombardo nel suo complesso è capace di fare, con le sue 270.000 imprese e gli oltre
640.000 addetti. E soprattutto, siamo una regione che vive di manualità e tradizione, spesso diffusa tra le micro e piccole imprese che garantiscono col proprio lavoro ricchezza ed
eccellenza». Senza contare la crescita di questo settore, che ha visto nel 2007 un aumento significativo delle aziende, che sono passate dal 31,5 al 33% del totale delle imprese.

Il tema conduttore di questa edizione 2008 è «Tra manualità ed innovazione», dove l’artigianato attinge dal passato, cresce nel presente per conquistarsi un ruolo di
primo piano nel futuro.
Le 12 Province lombarde ospiteranno nell’arco di un mese una rete di iniziative di diversa natura, focalizzando l’attenzione sulle imprese e sulle produzioni artigiane del territorio.
Oltre alle singole manifestazioni fieristiche, un tour itinerante ,denominato ‘Piazze Artigiane’, viaggerà sul territorio, occupando per un giorno le piazze dei capoluoghi lombardi e
coinvolgendo attivamente il pubblico negli eventi espositivi, culturali, formativi legati al comparto artigiano.
«L’artigianato quindi – ha concluso Zambetti – torna nelle piazze, proponendosi quale strumento di marketing del territorio a celebrarne l’eccellenza».

Presente alla conferenza stampa anche il presidente di Unioncamere Lombardia, Francesco Bettoni, che ha sottolineato come ‘Artigiana 2008′ «vuole promuovere in particolare il territorio e
l’artigianato come strumento di marketing, coinvolgendo sempre di più i Comuni e le Province. Vogliamo inoltre mettere in evidenza come la dimensione artigiana non sia solo o più
quella un po’ romantica del passato, ma rappresenti oggi l’espressione di uomini e donne dinamici, aperti al mercato, capaci di imporsi sulle piazze più diverse. Infine l’artigianato
è un settore che dimostra ancora una volta una delle sua migliori e più valide caratteristiche: produce occupazione in un momento in cui altri settori decrescono».

Il calendario
Artigiana sarà a Monza da 23 aprile al 4 maggio, a Mantova dal 24 al 28 aprile, a Brescia il 26 e il 27, a Varese dal 1 al 4 maggio, a Sondrio il 6 e poi dal 12 al 18 maggio, a Bergamo
il 27 dal 16 al 18, a Lecco dal 15 al 18 maggio, a Como dal 16 al 18, a Lodi l’11, il 17 e il 18, a Pavia dal 21 al 25, a Cremona 25 e 26 e, infine, a Milano dal 23 al 25 maggio. Nel capoluogo
si svolgerà anche la giornata conclusiva del 5 giugno, con un convegno in cui si valuteranno con gli organizzatori locali, gli esiti delle singole manifestazioni e le prospettive di
sviluppo.

Previsti anche ospiti stranieri: al convegno saranno infatti rappresentate le imprese dello Stato brasiliano di San Paolo e della Regione polacca della Masovia, la cui presenza offrirà
l’occasione per confrontare le singole politiche riguardanti il comparto artigiano.

Leggi Anche
Scrivi un commento