Voucher vendemmia, UILA: «spinta verso il lavoro nero»

In merito alla presentazione del decreto sul lavoro occasionale che prevede l’utilizzo di «voucher» nella vendemmia il segretario generale della Uila-Uil ha rilasciato la seguente
dichiarazione: «Solo oggi il Ministero del Lavoro ha consegnato alle OO SS il decreto sul lavoro occasionale di tipo accessorio, solo oggi può essere espresso quindi un giudizio di
merito.

Tutte le nostre peggiori preoccupazioni sono confermate. Il salario netto per una giornata di raccolta tramite voucher è di gran lunga superiore a quello netto contrattualmente previsto
per la stessa operazione.
Il consenso politico raccolto dal Governo per questo decreto non è dovuto al fatto che le imprese pagheranno più cara la vendemmia ma al fatto che il voucher è un
salvacondotto che consentirà agli agricoltori più spregiudicati di eludere i controlli istituzionali.

Questa novità che priva lavoratori e studenti di pensione e indennità di disoccupazione non porterà a nessuna emersione del lavoro.
Taccio, per carità di patria, sui costi messi a carico dello Stato per pagare questo regalo alle imprese o sul tesserino magnetico che lo studente, lavoratore occasionale dovrebbe
comprare a sue spese per essere sfruttato.
A fine anno sarà nostra cura trasmettere ai ministri Damiano e De Castro il rendiconto del loro operato».

Leggi Anche
Scrivi un commento