Vino: per la prima volta una compagine italiana nell’Institute of masters of wine londinese

Vino: per la prima volta una compagine italiana nell’Institute of masters of wine londinese

Primo ingresso italiano nell’accademia mondiale della viticoltura e dell’enologia. L’Istituto del Vino Italiano di Qualità Grandi Marchi diventa partner dell’IMW, The Institute of Masters
of Wine, la prestigiosa istituzione londinese (277 i membri selezionati in tutto il mondo) che da più di cinquant’anni si occupa di formare i più qualificati esperti internazionali
di vino. Con questo accordo l’Istituto del Vino Italiano di Qualità Grandi Marchi – quasi 3 mila anni di storia e un fatturato di 500milioni di euro nel 2008 –  avrà per la
prima volta un ruolo attivo nei programmi di istruzione e formazione a livello internazionale.

Le diciassette firme icona della qualità enologica nazionale (Biondi Santi spa, Michele Chiarlo, Ambrogio e Giovanni Folonari, Pio Cesare, Tenuta San Guido, Cà del Bosco, Umani
Ronchi, Carpenè Malvolti, Lungarotti, Masi, Mastroberardino, Alois Lageder, Rivera, Jermann, Donnafugata, Marchesi Antinori, Tasca D’Almerita) svilupperanno infatti programmi ufficiali di
studio per i futuri professionisti del settore vitivinicolo con percorsi dedicati al vino italiano, degustazioni internazionali, visite guidate e simposi. Parola d’ordine, diffondere la cultura
della qualità e della scienza del vino con collaborazioni prestigiose e selezionate. I Master of Wine diplomati all’accademia guideranno le degustazioni internazionali dei Grandi Marchi,
partecipando anche agli eventi che l’Istituto promuove nel mondo presso i target di stampa specializzata, sommelier, opinion leader e soci dell’IMW.

Per il presidente dell’Istituto Grandi Marchi, Piero Antinori: “La competitività è da tempo una condizione necessaria per sopravvivere anche nel settore vitivinicolo, dove la
concorrenza si fa sempre più agguerrita e non c’è più spazio per l’improvvisazione. Per questo servono nuovi strumenti e percorsi internazionali per affermare la leadership
italiana nel mondo”. Opinione condivisa anche Lynne Sherif, vice presidente  dell’Istitute of Masters of Wine, secondo il quale “la comunità mondiale di IMW trarrà beneficio
dal poter lavorare a stretto contatto con il gruppo prestigioso rappresentato dall’Istituto Grandi Marchi”.

Tokio (24 novembre) e Seoul (26 novembre) saranno le prime città ad ospitare i corsi di formazione e di degustazione guidata firmati da Istituto Grandi Marchi e Masters of the Wine.

I primi appuntamenti della collaborazione Istituto Grandi Marchi e Master of the Wine  si svolgeranno a Tokio (24 novembre) e a Seoul (26 novembre).

Leggi Anche
Scrivi un commento