Vineria, Fast Food, Ristorante: il Ristorante Chiesa di Trento “si fa in tre”

Vineria, Fast Food, Ristorante: il Ristorante Chiesa di Trento “si fa in tre”

Trento, settembre 2007– Il Ristorante Chiesa di Trento cambia la specialità del Buon Ricordo e adotta un nuovo piatto. Quello che è da tre generazioni uno dei punti di
riferimento della ristorazione trentina, “abbandona” il suo piatto storico, e cioè i Talleri di Bernardo Chieso, per le Braciole di maialino da latte al porfido con patate al sale e
profumo di corteccia e mela Renetta”.

Come è noto, a caratterizzare i ristoranti del Buon Ricordo è una pietanza particolare, simbolo del locale: chi la degusta riceve in omaggio un piatto in ceramica destinato a
fissare il “buon ricordo” di un’esperienza gastronomica da non dimenticare. Alto il valore del dono: i piatti, oggetto di appassionato collezionismo, sono infatti decorati a mano dagli esperti
artigiani della Ceramica Artistica Solimene di Vietri sul Mare, località nota per questa sua secolare lavorazione. Ogni cinque anni i ristoratori possono, se credono, cambiare il piatto
e proporre una nuova specialità come “emblema” del loro locale: è quello che ha fatto appunto il Ristorante Chiesa di Trento, nel proporre il nuovo piatto. Una portata esemplare,
che punta sull’assoluta genuinità e tipicità di ingredienti rappresentativi del territorio: le erbette del Monte Baldo, l’olio extra vergine del Garda e, a guarnire il tutto, una
saporita purea di Mela Renetta del Trentino, raffinato ingrediente “di nicchia” che riassume l’originalità del piatto proposto dal Ristorante Chiesa. La nuova ricetta è già
raffigurata sul piatto del Buon Ricordo, dove campeggiano un simpatico maialino con una verde mela.

Ubicato nel settecentesco palazzo Wolkenstein ai piedi del Castello del Buonconsiglio, simbolo di Trento, il Ristorante Chiesa è affacciato sul verde del giardino San Marco. Dopo una
radicale ristrutturazione, il locale si propone oggi in una nuova veste, che coniuga tradizione e innovazione: il patron Alessandro Chiesa, lo chef Peter Brunel e il maitrè Roberto
Mansi, assieme a tutto lo staff , offrono proposte stuzzicanti e inconsuete con raffinati prodotti selezionati in tutto il mondo.

Il locale unisce in sé tre nuove realtà. La Vineria, per degustare un buon vino e “stuzzicare” al banco; il Fast Food per mangiare, in un contesto elegante ma informale,
crudità di pesce, scatolette pregiate, salumi e formaggi selezionati; il Ristorante con due sale, assolutamente diverse fra loro per arredo e per proposta culinaria: la prima, “a vista”,
piccola e riservata, si affaccia sul blocco centrale della cucina e consente al cliente più curioso o appassionato gourmet di ammirare il lavoro dello chef e della brigata di cucina
assistendo alla preparazione completa dei piatti attraverso una vetrata; la sala “fontana”, invece, è caratterizzata da piatti diversi di forma e dimensione, da sedute colorate con toni
orientali e da una volta di fitte luci brillanti.
In estate si può mangiare all’aperto, all’ombra di una suggestiva struttura in ferro fumè con vele color panna e poltroncine in vimini.

L’Unione Ristoranti del Buon Ricordo, alla quale il Ristorante Chiesa è associato da 30 anni, dal 1964 è ambasciatrice della migliore cucina regionale. Da 43 anni, dunque,
perpetua un viaggio tra i sapori e i colori del “gusto” italiano grazie alle 123 insegne racchiuse sotto il suo marchio, che rappresentano la migliore espressione delle tante cucine locali del
territorio e disegnano la mappa della gastronomia, della professionalità, del garbo e dell’ospitalità Made in Italy.

Informazioni:
Ristorante Chiesa, Parco San Marco – 38100 Trento
tel. 0461 238766, e-mail: info@ristorantechiesa.it
Unione Ristoranti del Buon Ricordo, tel. 02 80582278
e-mail: info@buonricordo.com

Leggi Anche
Scrivi un commento