“Via il vino dai ricevimenti”. Pressione salafita sull’Egitto

“Via il vino dai ricevimenti”. Pressione salafita sull’Egitto

Un mistero coinvolge la diplomazia egiziana: secondo diverse fonti, il partito salafita avrebbe fatto pressioni affinché ambasciate ed altre sedi diplomatiche escludano vino ed alcolici
dai ricevimenti.

Autori dell’iniziativa, gli iperconservatori islamici salfiti di Al Assala, che si sarebbero rivolti direttamente ad Mohamed Kamel Amr, Ministro degli esteri, affinchè ci siano
“Direttive chiare” sul divieto di servire alcol durante le cerimonie ufficiali. Sollecitate al chiarimento, le parti hanno risposto diversamente.

Secondo il ministero degli esteri, non è arrivata nessuna richiesta, anche se il portavoce ufficiale ha sottolineato come durante le cerimonie ufficiali si siano serviti alcolici, per di
più pagati con fondi pubblici. Riguardo Al Assala, i membri hanno ribadito i loro obiettivi: creazione di un nuovo codice basato sulla shiaria ed eliminazione dell’alcol dalle sedi
diplomatiche, non limitata al Ramadam.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento