Vercelli: Protezione Civile, revisione dei centri operativi misti

Vercelli, 27 Dicembre 2007 – La rete isofrequenziale è un sistema radio sincronizzato che permette di ottenere un servizio capillare, completo, flessibile e funzionale, questo
sistema permette una copertura radio capillare e omogenea di un’area, protegge gli apparati della rete da interferenze provenienti da altri impianti.

Si avvale di un’unica frequenza rendendo l’utilizzo semplice come un unico ripetitore. Per queste ragioni la rete isofrequenziale diventa uno strumento prezioso e necessario per chi opera nel
campo della Protezione Civile. La Provincia di Vercelli, nel corso della Giunta di giovedì 27 dicembre, ha approvato l’ultimazione del progetto di questa rete radio a copertura del
territorio provinciale con un contributo di 14mila euro alle Associazioni di Volontariato di Protezione Civile.

«Nell’ottica di un continuo miglioramento delle strutture destinate ad un soccorso sempre più efficiente, sviluppato in una tempistica sempre più breve, la rete
isofrequenziale diventa uno strumento imprescindibile – commenta l’Assessore alla Protezione Civile Francesco Zanotti – l’architettura di questo sistema è particolarmente adatta a tratte
radio che coinvolgono utenti distanti tra loro sul territorio senza dover passare tramite una centrale operativa che li metta in comunicazione. Ciò significa snellire gli interventi,
risparmiare tempo e, in caso di criticità, avere uno strumento in più per salvare vite o metterle in sicurezza».

Nella prospettiva di una maggiore funzionalità dell’apparato di Protezione Civile la Provincia di Vercelli ha assegnato altri 29mila euro. I contributi andranno a: Pubblica Assistenza
Trinese, Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Vercelli, Croce Rossa Italiana Sezione Femminile di Vercelli, Comune di Borgosesia, Nucleo Sommozzatori F.I.P.S.A.S. «Massimo
Fusetti», Coordinamento delle Associazioni di Volontariato di Protezione Civile della Provincia di Vercelli, Nucleo Soccorso Bassa Valsesia Onlus, Gruppo Alpini di Porta Torino, Nucleo
Protezione Civile dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Vercelli.

Nel corso della Giunta è stata inoltre approvata la revisione dei Centri Operativi Misti, i COM. Si tratta di strutture deputate ad organizzare gli eventuali soccorsi in modo capillare
sul territorio interessato da un evento calamitoso e cioè di recepire in modo immediato le diverse esigenze locali e di garantire un effettivo coordinamento dei conseguenti interventi di
soccorso. La revisione ha portato a una nuova composizione dei Centri Operativi Misti così strutturata:

COM Vercelli (17 comuni): Vercelli, Albano, Asigliano, Borgovercelli, Caresanablot, Collobiano, Formigliana, Lignana, Olcenengo, Oldenico, Prarolo, Quinto, Salasco, Sali, Villata e Villarboit.

COM Borgosesia (7 comuni): Borgosesia, Breia, Cellio, Guardabosone, Postua, Quarona e Valduggia.

COM Crescentino (7 comuni): Crescentino, Cigliano, Fontanetto Po, Lamporo, Livorno Ferraris, Moncrivello, Saluggia.

COM Gattinara (12 comuni): Gattinara, Arborio, Balocco, Buronzo, Ghislarengo, Greggio, Lenta, Lozzolo, Roasio, Rovasenda, San Giacomo Vercellese. Serravalle.

COM Santhià (9 comuni): Santhià, Alice Castello, Bianzé, Borgo d’Ale, Carisio, Casanova Elvo, Crova, San Germano, Tronzano.

COM Trino (11 comuni): Trino, Caresana, Costanzana, Motta dei Conti, Palazzolo, Pertengo, Pezzana, Rive, Ronsecco, Stroppiana, Tricerro.

COM Varallo (23 comuni): Varallo, Alagna, Balmuccia, Boccioleto. Campertogno, Carcoforo, Cervatto, Civiasco, Cravagliana, Fobello, Mollia, Pila, Piode, Rassa, Rima San Giuseppe, Rimasco,
Rimella, Riva Valdobbia, Rossa, Sabbia, Scopa, Scopello e Vocca.

L’Assessore Francesco Zanotti ha spiegato al termine dei lavori di Giunta. «La Protezione Civilwe rappresenta indubbiamente una macroscopica realtà istituzionale del volontariato
responsabile, uno dei luoghi privilegiati del volontariato diffuso, con un patrimonio prezioso di strutture, esperienze e professionalità fortemente radicato nel territorio. Noi la
intendiamo in questo modo e l’impegno politico-amministrativo del mio assessorato va nella direzione di migliorare costantemente un apparato che deve essere sempre pronto, reattivo,
professionale e responsabile in ogni momento di criticità».

Leggi Anche
Scrivi un commento