FREE REAL TIME DAILY NEWS

Venturini Baldini, Piergiuseppe Carucci nuovo direttore di produzione interno della Cantina di Quattro Castella

Venturini Baldini, Piergiuseppe Carucci nuovo direttore di produzione interno della Cantina di Quattro Castella

By Tiziana

La storica cantina situata sulle colline matildiche della provincia di Reggio Emilia, dopo l’annuncio – nel febbraio 2021 – della collaborazione con Riccardo Cotarella e PierPaolo Chiasso e il loro team, comunica l’ingresso del nuovo enologo, responsabile di produzione, Piergiuseppe Carucci, pugliese di nascita e – dalla laurea in agraria in poi – enologo globe trotter, dall’Oltrepò alla Puglia,passando per Sicilia, Campania e ritorno nel Pavese. Una scelta , quella di Carucci, naturale che accompagna l’evoluzione della cantina negli ultimi anni.

 

Dal 2015 – anno di acquisizione – ad oggi”, Spiega Julia Prestia, proprietaria insieme al marito Giuseppe, “abbiamo messo in atto un percorso di rilancio e valorizzazione dei vini emiliani e del territorio con l’obiettivo di un posizionamento sempre più d’eccellenza tra i vini della regione a livello nazionale e internazionale. Oltre al rilancio dei vini a base charmat, da cinque anni produciamo spumati metodo classico di alta qualità e l’esperienza di Piergiuseppe in questo settore, ci aiuterà a ottenere dei vini sempre piu’ eleganti e distintivi”.

 

Venturini Baldini è una storica Tenuta, in provincia di Reggio Emilia. Produce vini lambruschi e spumanti, contraddistinguendosi per la coltivazione biologica, la scelta di produrre solo dalle proprie uve limitando la propria produzione e puntando sulla qualità e l’innovazione dei propri processi di vinificazione.

 

La scelta di Carucci si inserisce nel solco di quanto fatto in questi ultimi anni e vuole rafforzare l’iter evolutivo già avviato con l’ingresso di Cotarella. “Piergiuseppe ha sposato con entusiasmo il nostro progetto”, conferma Julia. “Le sue esperienze in Italia rappresentano un grande valore aggiunto, un arricchimento indiscutibile”. Venturini Baldini affronta il 2022 forte di questa novità e convinto del progetto enoico prefissato. “Continueranno con Piergiuseppe il percorso di valorizzazione dei vini del nostro territorio che in alcuni casi ancora non sono apprezzati per il loro vero potenziale nell’alta ristorazione”.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: