Rosso Venissa, collezione di sole 4476 bottiglie da mezzo litro, 188 magnum, 88 jeroboam, 36 imperiali

Rosso Venissa, collezione di sole 4476 bottiglie da mezzo litro, 188 magnum, 88 jeroboam, 36 imperiali

­Dopo le due prime annate di Venissa, Gianluca Bisol – principale fautore del progetto – e gli enologi Desiderio Bisol e Roberto Cipresso hanno voluto dar vita e prestigio a Rosso Venissa 2011.

Questo vino, dal carattere intenso e dalla struttura importante, nasce da una vigna di quasi tre ettari di oltre 40 anni piantato dagli Armeni. I vitigni sono Merlot e Cabernet, o – per meglio dire – Carmenère: infatti, Carmenère è un “avo” remoto del Cabernet Franc, vitigno a sua volta “padre” del Cabernet Sauvignon. Questa vigna preziosa è collocata in un’isola nel cuore di Venezia Nativa – arcipelago che rappresenta storicamente e culturalmente la prima Venezia -, a quindici minuti di navigazione oltre Torcello, dove un tempo sorgevano le popolate isole di Costanziaca e Ammiana. Questa è la parte più affascinante e misteriosa della laguna: qui vivono aironi, cigni e fenicotteri e dove, non essendoci canali segnati, solo pochissime persone riescono ad arrivare.

Un vino di grande carattere, sapidità e fragranza, che esprime al meglio le caratteristiche del terroir lagunare ricco di limo e minerali. Dopo una macerazione di 24 giorni, il vino affina 12 mesi in barriques – rovere francese di primo e secondo passaggio – e 12 mesi in bottiglia.

Rosso Venissa, collezione di sole 4476 bottiglie da mezzo litro, 188 magnum, 88 jeroboam, 36 imperiali, omaggia la storia e le tradizioni di Venezia legate al vino e al vetro. Rosso Venissa – fusione di Merlot (82%) e Cabernet – “Carmenère” (18%) – è frutto del complesso equilibrio tra natura e lavoro dell’uomo.

Straordinariamente minerale e longevo, il vino colpisce per il suo colore rosso intenso con sfumature tendenti al viola, al naso offre note floreali di violetta e fiori di barena, affiancate da sensazioni fruttate che richiamano frutti a bacca nera – come la mora e il mirtillo -, ed espressioni più complesse come tabacco, liquirizia, cioccolato fondente e note salmastre.

Nell’ideazione di Giovanni Moretti, l’etichetta cede il posto ad una preziosa foglia di rame realizzata dall’attuale discendente dell’antica famiglia Berta Battiloro. L’applicazione della stessa è stata eseguita a mano e la bottiglia poi messa a ricottura nei forni della vetreria Carlo Moretti a Murano.

Sul vetro di ciascuna bottiglia è stato inciso il nome del vino e il numero progressivo un segno indissolubile di unicità, dedicato a tutti gli intenditori che hanno voluto condividere questo progetto di viticoltura eroica.

Rosso Venissa 2011
Analisi sensoriale

Il vino, di colore rosso intenso con sfumature tendenti al viola, offre note olfattive di fiori di barena, affiancate da senzazioni fruttate che richiamano frutti a bacca nera – come la mora e il mirtillo -, e da espressioni più complesse di tabacco con note salmastre. Al tatto, la percezione retro-nasale è balsamica e salina. Torna poi il frutto nero, associato a note di liquirizia e di cioccolato fondente. In chiusura, il vino è morbido e cremoso, e la persistenza è lunga.

Rosso Venissa

Rosso Venissa

Area di Produzione: Venezia, Isola della Venezia Nativa
Superficie: 2,85 Ha
Vitigni: Merlot 82% e Cabernet 18%
Esposizione del vigneto: est-ovest, pianeggiante
Altimetria del vigneto: 3 m s.l.m.
Tipo di Suolo: lagunare, limoso-sabbioso, leggermente calcareo
Sistema di allevamento: Guyot
Densità di piante per Ha: 3300
Produzione per pianta: 0,90 Kg
Epoca di raccolta delle uve: seconda decade di Settembre
Fermentazione: in acciaio
Temperatura di fermentazione: 25° C.
Durata del processo di macerazione: 24 giorni
Operazioni durante la macerazione: follature manuali
Lieviti: selezionati
Affinamento: 12 mesi in barriques di rovere francese di primo e secondo passaggio
Filtrazione: 3 micron
Numero di bottiglie prodotte:  4476 da 0,5 l, 188 magnum, 88 jeroboam e 36 imperiali

Nell­’ideazione di Giovanni Moretti, l’etichetta cede il posto ad una preziosa foglia di rame realizzata dall’attuale discendente dell’antica famiglia Berta Battiloro. L’applicazione è stata eseguita a mano e la bottiglia poi messa a ricottura nei forni della vetreria Carlo Moretti a Murano.

Terre di Venezia Fondamenta Santa Caterina, 3
30170 Isola di Mazzorbo – Burano Venezia – Italy
T +39 041.52.72.281
info@venissa.it
www.venissa.it

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento