Vendite PMI in calo, Confesercenti: “A rischio 100 mila imprese tra il 2008 e 2009”

Vendite PMI in calo, Confesercenti: “A rischio 100 mila imprese tra il 2008 e 2009”

“Il dato delle vendite del mese di gennaio – si legge in una nota dell’Ufficio Economico della Confesercenti – indica che prosegue il periodo di difficoltà del sistema distributivo: al
netto dell’inflazione si tratta infatti di una variazione negativa di circa 0,9 punti percentuali.

Se si proseguisse su questa via si andrebbe incontro al rischio grave di un saldo negativo di 100 mila pmi fra 2008 e 2009.

Resta infatti la forbice delle vendite tra piccole imprese (-1%) e grande distribuzione ( 3,4%). In particolare le piccole registrano un sensibile arretramento nel comparto alimentare (-3,8%,
che diventa ben -7,6% in termini reali).

A questo punto è assolutamente prioritario varare politiche di sostegno delle pmi e della domanda interna”.

Sul fronte inflazione, invece, Confesercenti ricorda che la crisi si fa sentire: “Calano i prezzi dell’energia, cala l’inflazione. Ancora una volta a comandare sono i fatti internazionali e la
crisi che si fa sentire”.

“Ora serve la massima attenzione per non scivolare verso la deflazione. Sono più che mai prioritarie allora forti politiche anticicliche. Mai come in questo momento è fondamentale
infatti sostenere i consumi, agire sulla leva fiscale, mettere in campo risorse reali per le PMI, le infrastrutture e lo sviluppo”.

Leggi Anche
Scrivi un commento