Varese: Villa Recalcati risparmia sulle spese

Varese – Andare a studiare in Irlanda e migliorare il proprio inglese? Si può fare. Grazie alla Provincia di Varese che taglia le spese di rappresentanza destinando quanto
risparmiato a vantaggio degli studenti delle scuole e delle università del Varesotto.

A dare il doppio annuncio del risparmio sulle spese dell’Ente e dell’istituzione di speciali borse di studio (o assegno studio) è stato proprio il Presidente Marco Reguzzoni, che questa
mattina in una conferenza stampa a Villa Recalcati ha messo sul tavolo le cifre dei tagli e la nuova iniziativa. «Il 2007 è stato l’anno della campagna elettorale. Mesi che
nell’immaginario di tutti sono costosi intermini di spese di rappresentanza per via degli spostamenti, delle cene e degli appuntamenti che precedono le elezioni. Non per la Provincia di Varese
che fino al mese di novembre 2007 ha risparmiato oltre 100 mila euro. Tutto questo è stato possibile grazie all’attenzione da parte di tutti: dagli assessori ai dipendenti».
Reguzzoni ha poi spiegato come verrà investita la cifra risparmiata: «Mi sono consultato con tutta la Giunta è la decisione è quella di stanziare questa somma a
vantaggio dei nostri giovani. Ai migliori studenti maggiorenni delle superiori e agli universitari, ma anche a chi si è particolarmente distinto nel campo del sociale, oltre che
scolastico, assegneremo un premio per favorire lo scambio di esperienze con i ragazzi di altre culture e per imparare la lingua inglese all’estero». Saranno almeno 35 le borse di studio
destinate ai neodiplomati e che consentiranno loro di trascorrere due settimane in Irlanda con volo, alloggio in famiglia, corsi e attività culturali pagati dalla Provincia.

Grande attenzione anche per i due atenei presenti sul territorio: l’Università Carlo Cattaneo di Castellanza avrà 10 assegni studio per gli studenti che frequentano le
tradizionali Summer school, mentre l’Insubria otterrà 3 borse di studio annuali per laureandi, laureati o ricercatori. «Abbiamo voluto differenziare le proposte a seconda delle
esigenze didattiche – ha spiegato Reguzzoni – ma le cifre stanziate per le tre iniziative si equivalgono. Ora prepareremo i bandi e nomineremo la commissione che dovrà valutare i
parametri degli aventi diritto».
Risparmio della spesa pubblica e sostegno dei giovani del territorio, sono due tra i più importanti obiettivi che si è posto Marco Reguzzoni in questo suo secondo mandato da
presidente: «Il taglio delle spese continua nel segno della continuità con la mia precedente amministrazione. E’ stato dato un segnale importante che tutto l’Ente ha recepito e sta
contribuendo a farlo diventare realtà. L’obiettivo è quello di migliorarci facendo molta attenzione a tagliare le spese inutili. I risultati dicono che è possibile
amministrare in maniera virtuosa».
L’ultimo pensiero del Presidente è per i giovani: «Sono il presente e il futuro della nostra società e trova giusto sostenere chi dimostra di meritarselo per capacità
e intraprendenza».

Leggi Anche
Scrivi un commento