Vacanze Pasquali: «i recenti aumenti hanno influito sulle partenze delle famiglie!»

Le festività pasquali si avvicinano e, come ogni anno, con l’affacciarsi dei primi accenni di primavera, molti italiani si preparano a partire.

Quest’anno però, forse a causa di una Pasqua un po’ in «anticipo» rispetto agli anni passati, forse a causa del tempo ancora incerto, ma soprattutto a causa di un drastico
calo del proprio potere di acquisto, imputabile all’aumento dei prezzi di numerosi generi di prima necessità, sono molte le famiglie italiane che rinunceranno a partire.

Secondo le nostre previsioni, infatti, solo 6 milioni e 650 mila famiglie trascorreranno la Pasqua fuori casa, con un calo delle partenze del 5% rispetto al 2007.
Per coloro che invece partiranno, inoltre, le mete preferite saranno soprattutto quelle «economiche», cioè agriturismi e fattorie, che, proprio per via di questo boom di
preferenze, sono quelle che hanno registrato i maggiori rincari rispetto allo scorso anno, rispettivamente del 12% e dell’8%.

Altri aumenti rilevanti sono quelli subiti dalle vacanze nelle beauty farm (6%), dovuti soprattutto alle mode e tendenze del momento, che promuovono sempre di più i momenti dedicati al
relax ed alla cura della persona.
Rimangono pressoché stabili, invece, i costi della settimana bianca, del weekend in una capitale europea e della settimana in qualche spiaggia lontana.
Di seguito, nel dettaglio, i dati rilevati dall’osservatorio Federconsumatori.

Vacanze pasquali, 1 settimana in pensione completa

Destinazione

2007

2008

Var.%

UNA SETTIMANA AL MARE (AL CALDO)

? 1.720,00

? 1.760,00

2%

UNA SETTIMANA BIANCA

? 790,00

? 790,00

0%

UNA SETTIMANA IN BEAUTY FARM

? 825,00

? 875,00

6%

UNA SETTIMANA IN AGRITURISMO

? 430,00

? 480,00

12%

UNA SETTIMANA IN FATTORIA

? 240,00

? 259,00

8%

WEEKEND IN UNA CAPITALE EUROPEA 5/4

? 482,00

? 495,00

3%

Leggi Anche
Scrivi un commento