Usa: Facebook e Twitter contro l’influenza suina

Usa: Facebook e Twitter contro l’influenza suina

Le nuove tecnologie contro la nuova pandemia: Facebook e Twitter per contrastare l’influenza suina.
Il Governo degli Stati Uniti ha infatti deciso di usare i social network per aiutare i cittadini a gestire meglio la pandemia ed i suoi effetti negativi.

Attraverso Twitter (microblog da 4 milioni di persone) i funzionari di Obama indirizzeranno i cittadini verso siti attendibili (come quello del CDC di Atlanta o BirdFluGov) per evitare che le
bufale facciano più danni del virus H1N1.

Ma il campo di battaglia più corposo è rappresentato da Facebook.

Lì, la Casa Bianca ha aperto una sua pagina, dove i cittadini possono sia osservare (già 160.000 contatti) che interagire. E non a caso buona parte delle conversazioni sono sul’
influenza suina; il tutto supervisionato da Norm Eisen, consigliere di Barack Obama sulla trasparenza.

Non solo influenza suina, comunque.

La classe dirigente Usa utilizza Internet anche per fare spettacolo. Gli utenti di MySpace possono gustarsi una pagina con un album fotografico della First Family a cura di Pete Souza, il
fotografo ufficiale, condito da un discorso di Obama. Discorso simile che Flicr, anch’esso sede di immagini a cura dello staff presidenziale.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento