Un fermato per la ragazza morta dopo una serata in discoteca

Sarebbe stata uccisa da due pasticche di ecstasy acquistate in discoteca da un giovane lecchese, Kristel Marcarini, la 19enne di Clusone morta ieri mattina agli Ospedali Riuniti di Bergamo dopo
due giorni di coma. I carabinieri della Compagnia di Clusone hanno fermato M.P. un ventitreenne residente nella provincia di Lecco – che, sabato notte, avrebbe venduto alla ragazza le micidiali
pasticche all’interno della discoteca Fluid di Orio al Serio,alle porte di Bergamo, locale che peraltro, era già stato chiuso più volte in relazione ad attività di spaccio.
Il ragazzo, già pregiudicato per spaccio, è ora rinchiuso nel carcere di Lecco, indagato per spaccio di stupefacenti e omicidio colposo come causa di altro reato.

Leggi Anche
Scrivi un commento