UE, Italia deferita a Corte di Giustizia per le norme sulle stazioni di servizio

La Commissione Europea ha deciso di deferire l’Italia alla Corte di Giustizia dell’Unione a causa delle restrizioni nazionali imposte dalle nostre norme in materia di apertura di stazioni di
servizio.

Secondo Bruxelles la legge italiana è in contrasto con le disposizioni europee che sanciscono la libertà di stabilimento all’interno gli Stati membri e rende molto difficile
l’ingresso nel mercato italiano di concorrenti provenienti dall’Unione europea.

Il problema era stato sollevato nel giugno 2007, ma la legge italiana secondo la Commissione non si è ancora adeguata. Ora Bruxelles dà al nostro paese ancora quattro mesi di
tempo per riformare il settore prima di portare in giudizio l’Italia davanti alla Corte di giustizia.

Leggi Anche
Scrivi un commento