Tutto il meglio dell'enogastronomia veneta in vetrina a Identità Golose 2008

Zero Branco – Tutto il meglio dell’enogastronomia veneta sarà in vetrina per quattro giorni a Identità Golose 2008, il Congresso Italiano della cucina d’autore ideato da
Paolo Marchi e giunto alla sua 4° edizione, la kermesse gastronomica, in programma dal 27 al 30 gennaio, si terrà nella cornice di Palazzo Mezzanotte di Milano e si presenta ricca di
stuzzicanti appuntamenti, tra cui gli assaggi di Radicchio Rosso di Treviso IGP, presso lo stand di Carpené Malvolti, accompagnati dalle irrinunciabili bollicine dell’Azienda.

Sarà nella giornata di martedì 29 che il Consorzio tutela Radicchio Rosso di Treviso e Variegato di Castelfranco presenterà gli appetizer creati per l’occasione da uno chef
di alto livello come Alessandro Breda del Gellius di Oderzo. Un ristorante suggestivo, ricavato in un edificio secolare immerso tra gli ultimi ritrovamenti archeologici dell’antica Opitergium,
che propone raffinati menu basati sui prodotti di stagione e sulla creatività dello Chef.

Gli stuzzichini che Breda offrirà in degustazione a Milano saranno Radicchio Rosso di Treviso IGP con limone, acciuga e fave di cacao. Un piacevole contrasto tra l’amarognolo del
radicchio, il salato dell’acciuga, il profumo fresco del limone e l’aroma tostato delle fave di cacao.

Oltre agli intervalli golosi offerti da Carpené Malvolti, la tre giorni di Identità Golose offrirà agli intervenuti un fitto calendario di eventi. Numerosi i seminari con
relatori in prevalenza esponenti della cucina d’autore italiana, e nutrita anche la presenza di chef e nomi noti della gastronomia internazionale.

La collaborazione tra Carpené e il Consorzio è un punto fermo anche per il Presidente, Lucio Torresan: «ancora una volta il Consorzio dimostra di saper dialogare con tutte
le realtà del territorio facendo squadra anche con soggetti economici non istituzionali come Carpenè Malvolti, bandiera della spumantistica italiana. Una collaborazione
consolidata e capace di portare all’attenzione di platee qualificate i prodotti principi dell’agroalimentare trevigiano».

Leggi Anche
Scrivi un commento