Torino: Viale provoca Buttiglione sull'introduzione in Italia del “reato di omosessualità”

Torino – “Coraggio, in occasione del sessantesimo anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani, si introduca in Italia il reato di omosessualità”. La
provocazione, rivolta a Rocco Buttiglione, Alfredo Manvovano, Paola Binetti e altri, parte dal presidente dell’Associazione radicale Adelaide Aglietta, Silvio Viale.

“L’appello di monsignor Migliore, rappresentante della Santa Sede presso le Nazioni Unite – spiega Viale – a non depenalizzare il reato di omosessualità, non dovrebbe offendere
questi orgogliosi e severi servitori italici del Vaticano. Potrebbero poi proporre anche di vietare l’aborto e succesivamente il divorzio, come prime tappe della difesa della famiglia”.

C’é bisogno di posizioni nette e non di mezze misure – continua la provocazione di Viale: “Invito i delegati vaticani al Parlamento italiano alla coerenza e a introdurre il reato
di omosessualità in Italia”.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento