Terremoto: scatta la solidarietà della Cia

Terremoto: scatta la solidarietà della Cia

In programma un’asta di prodotti agricoli tipici e di qualità. Manifestazione di sostegno nelle zone colpite dal sisma in occasione della Giornata dell’agriturismo.

La Giunta nazionale, riunitasi d’urgenza, decide immediate iniziative. La raccolta dei fondi avverrà anche durante «Inac in piazza» del 9 maggio prossimo. Ringraziati gli
agriturismi abruzzesi e delle regioni confinanti che hanno messo a disposizione gli alloggi per ospitare e dare accoglienza agli sfollati.

Scatta la solidarietà della Cia-Confederazione italiana agricoltori a sostegno delle popolazioni tremendamente colpite dal tragico terremoto in Abruzzo. La Giunta nazionale, riunitosi
d’urgenza, ha deciso una serie di concrete iniziative. E’ stato aperto un conto corrente per la raccolta dei fondi che ha le seguenti coordinate bancarie: Ugf Banca Ag.12 Via Saturnia 21 Roma
Iban: IT 56 I 03127 03200 CC 0120005581 Bic: Baecit2b «La Cia per l’Abruzzo».

Per la raccolta dei fondi, la Giunta nazionale della Cia ha anche deciso di istituire un servizio di Sms, di svolgere una «giornata» nel corso della quale mettere all’asta prodotti
agricoli tipici e di qualità, di devolvere una parte del ricavato della vendita diretta nei mercati degli agricoltori. Raccolta che si terrà anche durante l’iniziativa «Inac
in piazza» in programma per il 9 maggio in tutta Italia.

La Giunta della Cia ha, inoltre, deciso un’iniziativa di solidarietà in Abruzzo in occasione della Giornata nazionale dell’agriturismo, promossa da Turismo Verde per domenica 19 aprile.
«Con questo atto – sottolinea il presidente confederale Giuseppe Politi – vogliamo far sentire la nostra vicinanza, il nostro affetto e il nostro sostegno a gente duramente provata da un
dramma immane».

La Giunta della Cia ha ringraziato gli agriturismi dell’Abruzzo e delle regioni confinanti che hanno messo a disposizione i loro alloggi per dare accoglienza agli sfollati che si trovano senza
più nulla.

«La Cia – rileva il presidente Politi – anche in questa particolare e drammatica occasione si è mobilitata in tutte le sue strutture. Con le iniziative decise cerchiamo di dare un
contributo tangibile a chi oggi soffre e ha visto distrutto in un attimo tutto quello che era stato faticosamente costruito. Un vero gesto di grande solidarietà che da sempre
contraddistingue il mondo agricolo che in ogni frangente ha fatto sentire in maniera tangibile il suo apporto umano. E il dramma che stanno vivendo le popolazioni abruzzesi hanno rafforzato
ulteriormente questo nostro impegno. Vogliamo dare risposte costruttive. Per questo non lasceremo nulla d’intentato, sviluppando tutte le iniziative possibili».

La Giunta nazionale della Cia nei prossimi giorni deciderà ulteriori iniziative di solidarietà coinvolgendo l’Associazione nazionale pensionati (Anp), l’Associazione Donne in Campo
e l’Associazione dei giovani imprenditori agricoli (Agia).

La Giunta ha, infine, deliberato la convocazione della Direzione nazionale per l’8 maggio in Abruzzo, in provincia dell’Aquila.

Leggi Anche
Scrivi un commento