Standard & Poor's conferma il rating A ai conti della Provincia di Bologna

Bologna – L’agenzia Standard & Poor’s ha confermato il rating A con prospettive stabili alla Provincia di Bologna, A è il massimo ottenibile da parte degli Enti locali
italiani, in quanto per scelta dell’Agenzia, le Regioni e le Autonomie non possono avere rating superiori a quello della Repubblica italiana. Sull’argomento, riportiamo la dichiarazione
dell’assessore provinciale al Bilancio, Aleardo Benuzzi, che proprio ieri ha presentato in Consiglio la proposta di bilancio di previsione per il 2008 che dovrebbe essere approvata entro il 31
dicembre, evitando la gestione provvisoria:
una manovra economica da oltre 11 milioni che, nonostante le ristrettezze imposte dalle ultime Finanziarie, garantirà investimenti nel 2008 per quasi 67 milioni di euro, a fronte dei 55
dell’anno in corso.

“Il rating A , peraltro già ottenuto in esercizi precedenti – commenta Benuzzi – rappresenta il riconoscimento della buona e corretta amministrazione che caratterizza la nostra
Provincia. L’attribuzione del rating, infatti, è avvenuta dopo un’attenta analisi dei dati fondamentali del bilancio dell’Ente compiuta da Standard & Poor’s. La motivazione del
riconoscimento si fonda su una gestione finanziaria oculata, che ha consentito già nel 2007 un miglioramento della performance finanziaria dell’Ente, nonostante la presenza di
sostanziali rigidità di bilancio e un fabbisogno di finanziamento ancora elevato per la realizzazione dei piani di investimento”.

“I punti di forza messi in rilievo dal giudizio di Standard & Poor’s – continua Benuzzi – sono la stabilità dei fattori strutturali del bilancio (che nel 2007 hanno generato un
margine corrente superiore al 7% a fronte del 5,6% medio del periodo 2004-2006, e che per l’anno prossimo fanno prevedere un ulteriore miglioramento), nonchè un saldo atteso da
finanziare (in pratica il deficit di bilancio) dimezzato rispetto al periodo 2004-2006. Questi risultati sono il frutto di una politica molto attenta su alcuni versanti fondamentali, in
particolare: il contenimento della spesa corrente; la generazione di avanzo da destinare agli investimenti; una politica di indebitamento sostenibile.

“Questo riconoscimento – conclude l’assessore – rappresenta pertanto, non solo uno stimolo ulteriore a proseguire su questa strada per la parte conclusiva del mandato amministrativo, ma anche
un concreto vantaggio per l’Ente, in quanto la qualità del rating consente alla Provincia di approvvigionarsi sul mercato finanziario alle migliori condizioni”.

Leggi Anche
Scrivi un commento