Spezie… Non solo in cucina ma anche nella cosmesi!

Spezie… Non solo in cucina ma anche nella cosmesi!

Nuove forme alle spezie…
Non solo in cucina ma anche nella cosmesi!

Chi non ha mai usato le spezie per cucinare o per arricchire di sapore un piatto? Ce ne sono talmente tante in natura che è veramente difficile non accontentare tutti e tutti i gusti.

Ma le spezie non solo sono sostanze aromatiche, generalmente di provenienza esotica, che vengono usate per aromatizzare e insaporire cibi e bevande, ma sono anche utilizzate, specialmente in passato, in medicina e in farmacia per curare vari disturbi e traumi poiché contengono olii essenziali, dotati di numerose proprietà largamente utilizzate in cosmesi.

spezieAlcune, come ad esempio lo zenzero e la curcuma, hanno una spiccata azione antinfiammatoria e antiossidante; il colore così acceso della curcuma veniva usato anche per tingere i tessuti. Lo zenzero, conosciuto da millenni in Oriente, ha inoltre un potere rinforzante e riscaldante per l’organismo. Il basilico combatte l’influenza, il timo allevia infiammazioni alla gola e la tosse. L’aglio abbassa il colesterolo, e ancora l’anice stellato ha proprietà eupeptiche ed è un ottimo ingrediente per preparati contro il catarro o nella preparazione di bevande digestive.
Il ginseng, utilizzato da secoli nella medicina cinese per le sue incredibili proprietà, infatti la sua radice contiene fitoestrogeni ed ha effetti afrodisiaci, oltre a stimolare il sistema nervoso ed accelerare il metabolismo. Il peperoncino invece è un ottimo antibatterico, è ricco di vitamina C, stimola la digestione ed ha proprietà antiossidanti, oltre a rivelarsi un alleato della nostra salute contro raffreddore e sinusite. Ritenuto tra i migliori afrodisiaci, il peperoncino ha anche un’efficace azione sul metabolismo, innalzando la temperatura corporea ed aumentando così il senso di sazietà, è utile in caso di caduta dei capelli e ne stimola il vigore. Lo zafferano invece è la spezia più costosa al mondo, ha proprietà antisettiche ed antinfiammatorie ed è famoso per la iperpigmentazione cutanea.

Molte tra le spezie sopra menzionate possono essere utilizzate anche in cosmetica, per farne preparati casalinghi, bagni e impacchi, o semplicemente utilizzandone l’olio essenziale.
Si possono unire, mischiare e scaldare con altri ingredienti semplici come miele, sale, zucchero, olio di semi di girasole o yogurt per realizzare creme per il corpo, per il viso, scrub corpo, balsami per capelli.
La preparazione ed i dosaggi richiedono molta attenzione, un buon motivo per rivolgersi soltanto a centri specializzati. Sono poi da evitare zone delicate della pelle come contorno occhi, contorno labbra, e genitali dove la pelle risulta più sensibile; è comunque consigliabile sempre fare dei test cutanei per verificare la sensibilità della propria pelle con la spezia con cui effettuare il trattamento scelto.
Il loro uso era ed è molto diffuso in varie regioni dell’Oriente, del Medio Oriente e dell’Africa, e il loro colore caldo e diversificato ricorda appunto queste terre.

Oggi, invece, sono indispensabili e molto usate per dare gusto e profumo ai piatti, grazie agli oli essenziali in esse contenuti che sono liberati quando queste sono spezzettate, macinate o tagliate, poiché ne esaltano i sapori di molti piatti e, in molti casi, permettono di ridurne i condimenti e l’apporto di sale e sono ovviamente molto più aromatiche.
Per il loro gusto piuttosto intenso e molto penetrante, vanno, però utilizzate con parsimonia, per non coprire il sapore della vivanda.

Valentina Colapietro
per Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento