Sigep, una 31a edizione straordinaria per il gelato e il dolciario artigianale

Sigep, una 31a edizione straordinaria per il gelato e il dolciario artigianale

Rimini Fiera manda in archivio con grande soddisfazione dei propri clienti il 31° SIGEP, Salone internazionale della gelateria, pasticceria e panificazione artigianali, inaugurato sabato 23
gennaio alla presenza dell’assessore regionale alle Attività Produttive Duccio Campagnoli e leader al mondo per il dolciario artigianale.

Sono intervenuti all’inaugurazione il Presidente della Provincia di Rimini Stefano Vitali, il Sindaco di Rimini Alberto Ravaioli e il Presidente di Rimini Fiera Lorenzo Cagnoni.

 

In fiera, nelle cinque giornate, 720 aziende disposte su 90mila mq. In mostra l’intera filiera del dolce artigianale in tutte le sue declinazioni: macchinari, ingredienti, arredamento,
accessori, decorazioni, servizi, editoria e comunicazione. Nell’area espositiva debutto per SIGIFT, Salone della bomboniera, confetteria, decorazione e regalo.

 

Il bilancio 2010 ha due titoli fondamentali: SIGEP ha confermato ancora una volta la sua leadership mondiale ed è l’unica e indiscutibile piazza per i contatti e i contratti d’affari per
gelato e dolciario artigianale.

 

I VISITATORI

SIGEP 2010 è stato visitato da 96.491 operatori professionali (4,1%  rispetto al 2009), dei quali 16.954 stranieri (5,2% sul 2009): è una risposta forte del sistema nazionale
dolciario artigianale, solido e orientato all’innovazione, tanto da attirare sulla manifestazione una domanda straniera in costante crescita. SIGEP 2010 è stato promotore di questo
dinamismo, confermandosi il punto di riferimento annuale imprescindibile di chi è protagonista dello sviluppo. Ottimo anche il riscontro mediatico: si sono accreditati 455 giornalisti,
143 dei quali stranieri, con i principali network televisivi che hanno trasmesso servizi sulla manifestazione. Attenzione importante dalla stampa generalista e specializzata.

 

I COMMENTI

“SIGEP 2010 si chiude con un bilancio estremamente positivo – commenta il Presidente di Rimini Fiera Lorenzo Cagnoni – che conferma il Salone come piazza d’affari internazionale del dolciario
artigianale. E’ un successo complessivo, che premia chi crede nell’innovazione e chi guarda con spirito costruttivo allo sviluppo internazionale di un settore così dinamico. SIGEP
è insieme una fiera e uno show, gli eventi hanno raccolto successi entusiasmanti e hanno cementato una coesione che ci guiderà verso nuovi impegni per migliorare ancora nel 2011”.

 

“C’era attesa per questa edizione di SIGEP – continua Patrizia Cecchi, (direttore di Business Unit  e di SIGEP) – desideravamo misurare i risultati di un ulteriore cospicuo rilancio degli
investimenti promossi da Rimini Fiera per sostenere le imprese nell’incontro di nuovi mercati internazionali. Abbiamo anche tenacemente lavorato per cementare un progetto che rafforzasse una
sempre più stretta coesione tra tutti i rappresentanti della filiera: aziende, artigiani, reti commerciali, stampa, istituzioni e consumatori italiani e stranieri. Gli esiti sono stati
di grande soddisfazione e orgoglio: affari e contratti per le aziende e il rafforzamento del sistema italiano del gelato e dolciario artigianale quale emblema di successo del made in italy nel
mondo. Da SIGEP scaturisce una energia positiva, una comunanza di impegni e di investimenti che stimola tutti a migliorare e ad innovare. Ciò è anche il risultato della fattiva
collaborazione di tutte le associazioni e persone che condividono questa visione e a tutti loro va il nostro ringraziamento. Assieme abbiamo rafforzato il SIGEP, un grande patrimonio comune,
unico e inimitabile”.

 

I GRANDI EVENTI INTERNAZIONALI DI SIGEP 2010

Inaugurato da ben quattro Miss Italia, SIGEP 2010 ha proposto una serie di straordinari eventi che hanno catalizzato l’interesse dei visitatori. La Francia ha vinto la 4a edizione della Coppa
del Mondo della Gelateria (organizzata da Rimini Fiera insieme a CoGel Fipe), alla quale hanno partecipato nove paesi da tutto il mondo. La pasticceria ha proposto un inedito gemellaggio
polacco-napoletano nel segno del babà, e i campionati nazionali che hanno selezionato la squadra italiana per la Coppa del Mondo di Lione del prossimo anno. Per la panificazione,
straordinario successo della Sigep Bread Cup, con dieci nazioni in gara: vittoria dell’Ungheria davanti a Germania e Australia, sotto gli occhi del vice presidente dell’Unione Mondiale dei
Panettieri Boldiszar Ilonka.

 

GIA’ ALL’OPERA PER IL 2011

Oltre il mercato italiano, verso l’internazionalità: sono molti i progetti in questa direzione. Alcune anticipazioni: il gelato avrà come evento clou la nuova edizione del
concorso internazionale ‘Gelato in Tavola’, Sigep Bread Cup ha ottenuto il patrocinio della UIB (Associazione Europea per la Panifcazione) e nel 2011 interverrà la rappresentanza
ufficiale di 40 paesi stranieri, e per la pasticceria è in cantiere un nuovo e originale concorso internazionale. Al servizio delle aziende la nuova piattaforma on-line “Sigep
International Matching” per la costruzione di agende d’incontri con i buyer internazionali. Ma le sorprese saranno tante altre…

 

A SIGEP GELATO ARTIGIANALE A LIVELLI MONDIALI

La Marsigliese è stata la colonna sonora della 4a Coppa del Mondo della Gelateria. La squadra francese, composta dal capitano Jean Claude David e dai gelatieri Luc Debove, Hervè
Dartois e Thierry Ramas ha superato la Svizzera al termine di quattro giornate di intenso lavoro e di grande concentrazione. Terze a pari merito Argentina e Marocco, vera rivelazione della
Coppa. In gara anche le squadre di Australia, Brasile, Germania, Marocco, Spagna e USA. La giuria era formata dal Presidente Sergio Colalucci e dai rappresentanti delle nazioni in gara. La
Coppa del Mondo della Gelateria è stata organizzata da Rimini Fiera e CoGel Fipe Confcommercio.

 

Due straordinari maestri della gelateria come Luca Caziezel e Carlo Pozzi, ambasciatori del gelato italiano in tutto il mondo, sono stati i testimonial della nuova iniziativa creata a SIGEP:
Verso l’Eccellenza. Dieci maestri gelatieri, espressione di altrettanti territori regionali, hanno fatto conoscere e degustare ricette e antichi sapori locali, reinterpretati con nuovi
accostamenti e soluzioni. Il successo dell’iniziativa è nell’immagine dei laboratori presi d’assalto da gelatieri ‘assetati’ di nuove conoscenze e tecniche per arricchire il bagaglio
professionale. Verso l’Eccellenza ha visto coinvolte le associazioni di categoria Co.gel FIPE/Comitato Gelatieri, Maestri della Gelateria Italiana, SIGA/Associazione Italiana Gelatieri, G.A.
Comitato Nazionale per la Difesa e la Diffusione del Gelato Artigianale e di produzione propria.

 

La formazione professionale è un altro dei cardini di SIGEP e il Laboratorio delle Idee è il luogo dove si sono concentrati i saperi da trasmettere alle nuove generazioni di
gelatieri. Quest’anno la declinazione dei temi trattati ha riguardato il connubio con la musica e l’idea, lanciata dall’associazione Maestri della gelateria italiana presieduta da Candida
Pelizzoli, ha riscosso un grande successo. Le squadre che si sono cimentate nelle varie competizioni hanno offerto spunti originali che ritroveremo nelle gelaterie nei prossimi mesi,
reinventando i gusti cioccolato, nocciola, banane&lampone. In evidenza la squadra capitanata dal maestro eugubino Paolo Bettelli con la libanese Farida Haggiagi (libica trapiantata a
Roma), Mariangela Azzaro e Max Tormen, bellunese che lavora a Colonia. Bella affermazione anche del trio formato da Enrico Poggi di Bardolino Lago di Garda (Verona), l’etiope Roberto
Iacona e Antonio Tavella di Vibo Valentia. Infine, premi anche al team guidato da Claudia Urbinati con la valdostana Silvana Chenal e Farida Haggiagi. Gli uomini sono Andrea Foschi
(bergamasco che vive e lavora in Spagna) e Antonio Tavella.

 

La fantasia e la professionalità hanno caratterizzato i tradizionali concorsi promossi a SIGEP dall’Associazione Italiana Gelatieri. 221 i partecipanti al Concorso gelato al pistacchio e
al Concorso Mille idee per un nuovo gusto. Nel primo ha vinto la Gelateria Giovanni Lasagna (Palma de Majorca – Spagna), seconda la Gelateria Marron Glacè di Antonio Cosentino (Catanzaro
Lido), terza la Gelateria Simpachi (Tokyo – Giappone). Nel concorso ‘Mille idee per un nuovo gelato’ vittoria alla Gelateria F.lli Barone (Maida – Catanzaro) col gusto ‘Terroncello’, seconda la
Gelateria Santo Musumeci (Randazzo – Catania) col gusto ‘Fragolissimevolmente’ e terza la Gelateria Lotte Ice (Tokyo – Giappone) col gusto Dama d’Oriente.

 

A SIGEP anche una presenza particolare, la fascinosa mucca pezzata rossa friulana che è stata munta dal suo allevatore per fornire il latte necessario alla produzione di uno
straordinario gelato al fiordilatte, disponibile dopo appena venti minuti per i golosi visitatori

 

SIGEP 2010 è stato anche teatro di numerose presentazioni di anteprime di prodotto. Fra tutte ricordiamo Affresco, un modello di gelateria progettato da IFI Spa con il designer Beppe
Riboli per un nuovo concept alll’insegna del made in Italy e della valorizzazione del gelato.

 

Sul fronte editoriale, da ricordare la presentazione del libro Millenovecentodieci-Duemiladieci. 100 anni di gelato artigianale italiano della giornalista Luciana Polliotti, pubblicato da
Editrade. Nell’occasione, Editrade ha presentato L’annuario della pasticceria 2010, realizzato in collaborazione con lo ‘stilista del dolce’ Roberto Rinaldini.

 

Di nuovo protagonista, nell’ultima giornata di SIGEP, l’iniziativa promossa da BuonLavoro CNA e Provincia di Rimini dal titolo Non congelateci il sorriso. Il progetto vede protagonisti giovani
studenti e le gelaterie riminesi per sensibilizzare sul fenomeno del bullismo. Insieme alle gelaterie è stato anche messo a punto il gusto Amicizia che sarà protagonista di una
prossima campagna di comunicazione.

 

A SIGEP LA PASTICCERIA ARTIGIANALE HA DATO SPETTACOLO

L’evento di apertura della pasticceria è stato Delicious&Famous. Quattro Miss Italia (Denny Mendez, Gloria Bellicchi, Daniela Ferolla e Claudia Andreatti) hanno indossato gioielli,
abiti e accessori realizzati da alcuni grandi maestri pasticceri. L’evento, organizzato da Rimini Fiera in collaborazione con l’Associazione Maestri Pasticceri Italiani, CAST Alimenti e Club
Arti & Mestieri, ha visto la partecipazione di otto pasticceri: l’israeliana Judith Zer-Aviv e gli italiani Antonio Guerra, Domenico Spadafora, Antonio Le Rose, Francesco Elmi, Fabrizio
Galla, Gino Fabbri e Sandro Ferretti.

 

Un momento di intensa commozione a SIGEP nel tradizionale evento SIGEP Giovani Stage 2010, dove i giovani studenti delle scuole professionali convengono con i loro lavori e per affiancare i
grandi Maestri ed acquisire preziose conoscenze. Quest’anno mancava la loro guida storica, il Maestro Luciano Pennati, animatore del concorso, figura emblematica della pasticceria
internazionale scomparso da pochi mesi. Il ‘poeta’, così lo chiamavano affettuosamente amici e colleghi, “univa la sua straordinaria cultura e professionalità a una grande
umanità e ironia, doti che facevano di lui un vero trascinatore”, come ricorda Livia Chiriotti, direttore della rivista Pasticceria Internazionale, animatrice del concorso, insieme a
SIGEP. Tanti personaggi sono convenuti per ricordare Pennati insieme al figlio Marco: tra gli altri Federico Anzellotti Presidente di Conpait, Annamaria Lovatti presidente dell’Accademia
Conveit, Rossano Boscolo della Boscolo Etoile Academy, il maestro Iginio Massari presidente fondatore dell’Accademia Maestri Pasticceri, Vittorio Santoro direttore di Castalimenti e Giorgia
Maioli, project manager di SIGEP, che ha consegnato a Marco Pennati la targa in memoria del Maestro, a cui è stato intitolato SIGEP Giovani Stage.

 

I Campionati italiani di pasticceria, organizzati da Conpait – Confederazione Pasticceri d’Italia hanno visto la vittoria, nella categoria Juniores, del 19enne riminese Andrea Borgognoni con un
dolce intitolato a Federico Fellini e al film “La dolce vita”. Al secondo posto Antonio Daloisio di Barletta e al terzo Marcello Boccia di Napoli.

Nella categoria Seniores, competizione valida anche per individuare i componenti della squadra italiana che il prossimo anno gareggeranno alla Coppa del Mondo di Pasticceria, vittoria per
Emanuele Forcone, 26enne di Vasto. Emanuele Forcone ha anche vinto la selezione per la lavorazione dello zucchero. Domenico Longo di Treviso s’è aggiudicato la menzione per la
lavorazione del ghiaccio, mentre Davide Comaschi di Milano ha superato tutti nella lavorazione del cioccolato. Saranno quindi questi tre pasticceri a rappresentare l’Italia alla Coppa del Mondo
di Pasticceria 2011.

 

Il gemellaggio fra pasticceri polacchi e napoletani è stato uno dei momenti più simpatici di SIGEP 2010. A Napoli si dice che il vero padre è chi il figlio l’ha cresciuto.
Quindi, in tema di babà, i pasticceri partenopei non hanno dubbi sulla paternità. Ma secondo la tradizione, il gustosissimo prodotto nasce nella lontana Polonia, ad opera niente
meno che di un re, Stanislao Leszczinski, che governò dal 1704 al 1735.

L’evento è stato organizzato da Rimini Fiera, in collaborazione con l’Accademia Maestri Pasticceri Italia, CAST Alimenti, Club Arti & Mestieri. A ‘sfidarsi’ in questo simpatico
confronto, da una parte i maestri Gennaro Volpe, Pasquale Marigliano e Salvatore Gabbiano, coadiuvati dall’aiuto preziosissimo dell’Associazione Pasticceri Napoletani e dall’altra  Srozak
Grzegorz, Wegrzyn Michal e Maciej Pieta.

 

Chiusura degli eventi della pasticceria guardando avanti, al prossimo San Valentino, con il concorso che premiava la migliore idea per una torta degli innamorati. Con la creazione, dal nome
C’è posta per te, il pasticcere salernitano Salvatore Mancuso ha incantato la giuria del concorso Torta di San Valentino, promosso dal Club Arti&Mestieri, Cast Alimenti e l’Accademia
Maestri Pasticceri Italiani. Al secondo posto Andrea Tedeschi di Bazzano (Bologna), con il suo “Peccato”. Terzo posto per Salvatore Ruta, ferrarese, con la sua torta ottagonale di cioccolato al
latte e lampone

 

PROFUMI DI PANE DA TUTTO IL MONDO

Alla Sigep Bread Cup quest’anno il pane ha parlato l’ungherese. E’ stata infatti la squadra magiara ad aggiudicarsi l’edizione 2010 di una competizione ormai punto fermo della fiera. Tema di
quest’anno era Un pane artigianale, una certezza per il futuro, argomento che ha lasciato ampia libertà di espressione ai panettieri arrivati a Rimini. I concorrenti, provenienti da
dieci Paesi, si sono sfidati realizzando pani totalmente nuovi e dolci, nella suggestiva cornice di un borgo medievale. L’Ungheria si è aggiudicata ben tre categorie: il pane innovativo,
il dolce da forno e l’ambitissimo pane artistico, con la realizzazione di un globo terrestre, accompagnato dalle fasi della vita del panettiere. E in vetta al mondo una grande croce. La squadra
era composta da Roland Tukacs, Miklós Jankó, Norbert Hàrsi e Zoltàn Takò.

E’ stata invece l’Australia ad aggiudicarsi la ‘vetrina’, con l’opera ‘Il girasole’. Ad Israele è andato il premio del pane tradizionale, sul tema ‘passato, presente e futuro’. La
squadra vincitrice è stata premiata dal vice presidente dell’Unione Mondiale dei Panettieri, Boldiszar Ilonka. L’organizzazione della Sigep Bread Cup è stata curata da Rimini
Fiera e il Club Arti&Mestieri.

 

… E TANTI ALTRI EVENTI ANCORA

A SIGEP anche alcune interessanti ed istruttive mostre. Nell’area Espresso&Hot Drinks è stata presentata una collezione di macchine da caffè espresso che ha raccontato cento
anni di Italia visti dal bancone del bar, a cura della Collezione Enrico Maltoni; nell’area dedicata al cioccolato una galleria fotografica sulla Repubblica Dominicana, dove il cacao è
il “frutto degli dei”; infine i video sui progetti sviluppati al POLI.design – Consorzio del Politecnico di Milano per la creazione di punti vendita innovativi per gelaterie, panetterie,
pizzerie.Rimini Fiera con le sue manifestazioni dedicate all’ospitalità è partner accademico esclusivo del Consorzio. POLI.Design ha anche presentato un nuovo concorso, il Premio
Le 5 stagioni destinato a progettisti di pizzerie

 

Nell’area dedicata al cioccolato, successo per l’appassionante sfida nella quinta edizione del Concorso ICAM Linea Professionale. Dodici tra i migliori maestri cioccolatieri si sono misurati
sulle Monoporzioni al Cioccolato. A valutare operato e risultati dei maestri cioccolatieri una prestigiosa giuria presieduta dal Maestro Accademico Pier Paolo Magni. Vittoria per Ernst
Friedrich Knam di Milano, secondo posto a Francesco Manfredi di Teggiano (SA) e terzo Gaetano Mignano di Monte Procida (NA).Premio Speciale per la migliore presentazione a Mario Primo Mosconi
di Villa di Tirano (Sondrio).

 

Sempre per il cioccolato, la finale del Trofeo Sensoriale Sigep Chococlub promosso da Rimini Fiera e Chococlub con partners Confartigianato Imprese e Caffarel. Dieci pasticceri italiani,
selezionati in eventi svoltisi in precedenza ad Omegna (VB), Melzo (MI) e a San Marino, si sono sfidati mettendosi in gioco nella realizzazione di un cioccolatino al caffè. Ha vinto
Eleonora Vivenzi (Pasticceria Chocoelite di Nave -BS), secondo posto a Giorgio Grilli (Chocolat ’68 di Bollate – MI), terzo Stefano Collomb (Chocolat Collomb di La Thuile – AO).

 

Di nuovo praline al cioccolato protagoniste alll’iniziativa Un nome per una pralina da Trofeo promossa da Rossi&Partners in collaborazione con Chococlub. Silvio Bessone, vincitore del
Trofeo Sensoriale Sigep Chococlub 2009 e Primo Cioccolatiere Europeo, ha creato in esclusiva per Sigep 2010 un’inedita pralina denominata Amelie.

 

Un punto di forza per i pubblici esercizi che si riferiscono a SIGEP è il caffè, al centro del primo Seminario professionale sull’investimento qualitativo e creativo del
caffè oltre al bar – Pasticceria e ristorazione, organizzato dalla rivista Pasticceria Internazionale e da Rimini Fiera in collaborazione con Chococlub e chef di cucina Magazine.com.
Esperti di gastronomia e professionisti del settore si sono confrontati su come il prodotto-caffè possa essere valorizzato con una preparazione e una presentazione ottimali, e su come
oggi, in alcuni casi, gli esercizi non riservino un’attenzione sufficiente all’espresso.

 

Anche la comunicazione ha ovviamente un suo rilievo nell’attività delle imprese presenti a SIGEP. Al tema è dedicato il premio Comunicando, quarta edizione del premio per la
pubblicità istituito dalla rivista puntoIT-gelato&barpasticceria. Ad aggiudicarsi il titolo Comunicando Campagna Pubblicitaria Unica 2009 è stata l’azienda Torronalba con
“Fatto di cioccolato”. La giuria – composta da Stefania Bastianelli, esperta di comunicazione, Livia Chiriotti, direttore di Pasticceria Internazionale, Luciana Polliotti, giornalista del
settore e Manuela Rossi, direttore di puntoIT – ha esaminato oltre 240 nuove campagne realizzate dalle aziende di settore e apparse sulle testate specializzate di gelateria e pasticceria nel
corso del 2009.

Fra i riconoscimenti da segnalare il Miglior Graphic Design (F.A.R. per la campagna “Cogliete tutte le novità”), il Miglior Creativity (“Con Decor Ice anche le favole diventano
realtà” di Bigatton), Miglior Copy (“La scienza del morbido” di Gel-matic). infine, il titolo di Miglior Visual  è andato a Esssecaffè per “The passsion”.

Assegnato anche il riconoscimento Comunicando Scelta dai lettori 2009, per la campagna pubblicitaria più votata dai lettori di puntoIT, attribuito a Cresco per “Prova il gelato che
frizza – Choco Frizzy”. Infine l’assegnazione dei premi The Top Five Stands Sigep 2010 ad Agrimontana, Alcas, Carpigiani, Comprital e Costagroup.

 

Nell’ambito di SIGIFT salone della bomboniera, confetteria, decorazione e regalo, due ospiti d’eccezione hanno colorato l’esposizione. John Preston e Peggy Butland, campioni del mondo di
‘Balloon arts’ nel 2004 in Italia e vincitori dei celebri concorsi di Los Angeles e Londra, sono diventati famosi in occasione degli 80 anni della Regina Elisabetta per aver allestito e
decorato la facciata di Buckingham Palace.

 

“Il pubblico degli operatori, sia visitatori che espositori presenti a SIGEP – conclude il project manager Giorgia Maioli – hanno avuto la possibilità di acquisire conoscenze utilissime
al loro lavoro. Gli eventi, al di là della loro spettacolarità, hanno proprio la funzione di stimolare la conoscenza e lo scambio tra professionalità e culture, utile a
migliorare il lavoro quotidiano nelle imprese e contributo decisivo per la crescita di tutti. Ci viene riconosciuto questo valore e ciò per SIGEP è davvero gratificante”.

Leggi Anche
Scrivi un commento