Serata di Gala in Franciacorta

Erbusco, 20 Dicembre 2007 – Si ripete, ormai da alcuni anni, la tradizionale serata degli auguri dei soci del Consorzio per la tutela del Franciacorta “Una serata che all’inizio, cinque
anni fa, registrava la presenza di una quarantina di persone -dice Adriano Baffelli, direttore del Consorzio – mentre quest’anno siamo in più di 140, tra nuovi e vecchi soci, felici di
trovarsi insieme in questa occasione”.

E’ intervenuto il Prefetto di Brescia, Francesco Paolo Tronca, che ha sottolineato la sua ammirazione per la Franciacorta ed ha fatto i suoi “complimenti a tutti voi, per come onorate l’Italia
e l’immagine che ne rappresentate, soprattutto all’esterno”. Anche il vice presidente della Provincia di Brescia, Aristide Peli ha portato i suoi saluti, sostenendo: “la Provincia deve tutelare
questo patrimonio così importante, e aiutarvi a migliorarlo ancora di più”. Alla serata ha partecipato anche l’Assessore provinciale all’Agricoltura, Sergio Grazioli, il quale ha
tenuto a precisare che “quando si ha la fortuna di avere un così consistente numero d’imprenditori agricoli, che hanno dato vita ad una realtà così importante, devono
essere sostenuti dalle strutture ufficiali. Il mio assessorato s’impegna per fare la propria parte, nel contesto del programma di sviluppo rurale, che utilizza i fondi della Unione
Europea”.
La serata è stata arricchita da un momento di particolare emozione, quando sono state ricordate – con la consegna ai familiari di due targhe, e con un intenso ricordo grazie
all’intervento di quanti li frequentarono e conobbero a fondo – le figure di due persone scomparse, figure rilevanti per la storia della Franciacorta, Emanuela Barboglio e Giovanni Cavalleri.
Con il loro impegno e la loro capacità umana e imprenditoriale, hanno saputo segnare un percorso nuovo “a loro siamo tutti debitori” ha sottolineato Ezio Maiolini.

Auguri per le feste imminenti, ma anche per gli ottimi risultati raggiunti nel corso dell’anno 2007. “Un’annata particolarmente positiva sotto tutti i punti di vista, aggiunge il presidente del
Consorzio Ezio Maiolini – nella quale abbiamo registrato un incremento della commercializzazione veramente sorprendente: i dati non sono ancora definitivi, ma già possiamo dire di aver
superato del 23 per cento le vendite rispetto allo scorso anno, passando dai 6.720.000 bottiglie del 2006 agli 8.292.000 registrati fino ad oggi”. L’appuntamento è per il prossimo anno,
che si presenta altrettanto, se non più, impegnativo, ma ricco di grandi propositi e attese di successi e “se 5 anni fa, nel mondo, si stappava una bottiglia di Franciacorta ogni 7
secondi, quest’anno questa operazione è avvenuta ogni 3,73 secondi, -ha puntualizzato Adriano Baffelli- vedremo cosa diranno le nostre statistiche per il prossimo anno”.
Non solo. Nel 2007 si sono aggiunti al Consorzio 7 nuovi soci imbottigliatori e 19 vitivinicoltori. Grandi successi che premiano dedizione e impegno ad essere sempre più uniti per una
volontà comune: attenzione spasmodica alla qualità. Un 2007 che ha visto premiare il lavoro di molti anni teso alla stesura e all’approvazione di una serie importante di modifiche
al vecchio disciplinare, modifiche sostanziali che, una volta approvate, porteranno quello del Franciacorta ad essere il Disciplinare di produzione più rigido e selettivo

Leggi Anche
Scrivi un commento