Sanità Abruzzo, Mazzocca: «umanizziamo i reparti e tuteliamo la salute»

Pescara, 9 Novembre 2007 – Un gruppo di lavoro composto da componenti designati da Regione Abruzzo e Comitato italiano UNICEF è operativo presso la Direzione Sanità per la
realizzazione del progetto legato alla costruzione di una rete regionale di ospedali «Amici dei bambini» ed alla promozione dell’allattamento al seno.

L’iniziativa, che si inserisce in un quadro di politiche sanitarie e sociali regionali che integrano l’attività ospedaliera, è stata illustrata, questa mattina, a Pescara, nel
corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte l’assessore alla Sanità, Bernardo Mazzocca, la presidente regionale dell’UNICEF, Anna Maria Monti, il responsabile
dell’Unità Operativa di Pediatria all’ospedale di Pescara, Gianfranco Visci, ed il responsabile dell’Unità operativa di Neonatologia dell’ospedale di Chieti, Giuseppe Sabatino.
«Il concetto di rete è ricorrente sia nelle diverse leggi che abbiamo approvato in questi due anni e mezzo sia all’interno del nuovo Piano sanitario regionale» ha affermato
l’assessore Mazzocca.

«Tra aziende sanitarie si può e si deve collaborare. In particolare,» ha proseguito «questo progetto, portato avanti insieme all’UNICEF, è estremamente
innovativo poichè, oltre all’umanizzazione dei reparti, si prefigge di lanciare alcune proposte operative sulla base di modelli assistenziali che vengano incontro alle esigenze della
madre, del bambino e della sua famiglia». In relazione alla rete pediatrica e neonatale, Mazzocca ha parlato di un «disegno coerente che punta ad avere reparti a norma in cui non si
metta a rischio la salute della mamma e del bambino. E’ innegabile» ha aggiunto «che ci siano delle resistenze rispetto alla rete esistente dei punti nascita» ha detto
Mazzocca «ma il punto imprescindibile deve sempre essere la tutela della salute». L’assessore ha poi espresso l’auspicio di un aumento della quota degli investimenti in campo
sanitario mettendo tra le priorità il nuovo Pronto soccorso dell’ospedale di Pescara ed il reparto di Pediatria. Inoltre, l’assessore ha evidenziato la neccessità di un
monitoraggio costante dei programmi aziendali e della convocazione di una conferenza regionale sullo stato di salute del settore materno-infantile.

Anna Maria Monti, dal canto suo, ha ribadito l’importanza del progetto annunciando che «con l’anno nuovo avremo anche in Abruzzo un ospedale amico del bambino». Si tratta del
presidio ospedaliero di S.Omero dove venne avviato il percorso circa dieci anni fa. «Avremo un ospedale umanizzato» ha continuato la presidente dell’UNICEF Abruzzo «ma saranno
attivate anche iniziative collaterali che coinvolgeranno il mondo della scuola attraverso visite guidate ma anche con l’attivazione di un servizio di clownterapia e di progetti per combattere
l’obesità infantile».

Leggi Anche
Scrivi un commento