Nessun dimezzamento di medici, nota della Regione Lombardia

Milano – Quanto scritto oggi da organi di stampa in merito a una presunto dimezzamento dei medici nella sanità lombarda non corrisponde minimamente al vero.

Lo precisa una Nota della Regione nella quale si spiega che «la riduzione prevista riguarda innanzitutto solo il turn over (pensionamento) e solo dove ci sia una verificata eccedenza del
personale stesso (anche dirigenti amministrativi tecnici e personale di supporto)».

«Il turn over – si legge ancora nella Nota – riguarderebbe il 2% del personale, quindi il taglio (50%) sarebbe solo dell’1% , se fosse generalizzato. Il che tuttavia non è, e non
può essere perché è assodato il rispetto della disciplina dei turni; perché deve essere completato l’accordo per il personale precario (da inserire in ruolo) e
infine perché la riduzione non riguarda personale addetto a funzioni di controllo e prevenzione, che invece sono potenziate».

«Il risultato vero . conclude la Nota – è che la riduzione riguarderà al massimo molto meno dell’1% e frazioni molto marginali, cioè qualche decina di unità su
120.000 addetti al settore».

Leggi Anche
Scrivi un commento