Ristorante Unico contro la fame: 10 grandi chef per 10 portate

Ristorante Unico contro la fame: 10 grandi chef per 10 portate

Location d’atmosfera, il ristorante Unico, al ventesimo piano della Wjc Tower (via Achille Papa 30) di Milano, praticamente tra i tetti della città, per degustare dieci piatti gourmet e contribuire a raccogliere fondi per sostenere i progetti contro la malnutrizione infantile che l’organizzazione “Azione contro la fame” realizza in 47 paesi del mondo.
Dieci fra i migliori chef italiani impegnati nei locali che hanno partecipato alla campagna “Ristoranti contro la fame” (i migliori saranno premiati all’inizio di questo bellissimo evento umanitario) che da ottobre a dicembre ha permesso di raccogliere fondi per sostenere gli stessi progetti che saranno illustrati in occasione dell’iniziativa “10 grandi chef per 10 portate” indimenticabili per una cena di solidarietà che grazie anche a numerosi sponsor che supportano l’iniziativa coprendo i costi food & beverage, permetterà di destinare tutto il ricavato della vendita dei biglietti – 150 euro –  ai progetti contro la malnutrizione infantile.
cena_10x10 - chefGli chef protagonista della sera – lunedì 14 marzo, alle ore 19.30 –  saranno Andrea Aprea del Vun che preparerà “caprese dolce e salato”, Tommaso Arrigoni di Innocenti Evasioni con “filetto di salmone scozzese Loch Fyne crema di reblochon, fichi secchi, fave fresche e polvere di cacao”, Michele Biassoni di Iyo con “Ika special: calamaro sfrangiato, verdure croccanti, uova di quaglia, caviale e soba dashi”, Roberto Carcangiu, Presidente dell’Associazione professionale cuochi italiani (Apci) con “patata al casera con porro dolce alla vaniglia e maionese di nocciole”, Salvatore De Riso di Sal De Riso Costa d’Amalfi con “tortino di nocciole di Giffoni con ricotta di Tramonti mantecata con le pere”, Felice Lo Basso di Unico con “capesante bacon crispy, purè di cavolfiore affumicato con confettura di radicchio”, Roberto Okabe di Fingers con “carpaccio di Wagyu con vinaigrette di prugna giapponese”, Andrea Provenzani di Il Liberty con “pancia di maiale fondente alla birra e miele con pure di cavolo romanesco al wasabi e sesamo”, Tano Simonato di Tano Passami l’Olio con “gnocchetti di zafferano, fonduta leggera e guanciale croccante”, Elio Sironi di Ceresio 7 con “animato tamburello di salmone con fois gras”. Tutto accompagnato dai vini di Mezzocorona: Alperegis extra brut 2009, Muller Thurgau superiore, Pinot Grigio riserva, Teroldego Rotaliano riserva, Lagrein, Hekate passito.
Mentre ogni chef racconterà agli ospiti il proprio piatto per trasmettere quell’emozione che accompagna le loro creazioni.
Motore propulsore di questo grande evento è “Azione contro la Fame”,  (www.azionecontrolafame.it), organizzazione umanitaria nata in Francia nel 1979 e oggi attiva in 47 paesi del mondo,  con l’obiettivo di eliminare la malnutrizione nel mondo. E ogni giorno salva le vite di bambini malnutriti e al tempo stesso fornisce accesso ad acqua pulita e soluzioni di lungo periodo per combattere la mancanza di cibo, aiutando qualcosa come 14 milioni di persone l’anno.
Attualmente questa organizzazione umanitaria ha sedi in Francia, Canada, Regno Unito, Spagna e negli Stati Uniti; dall’anno scorso anche in Italia e Germania. Dove organizza diversi eventi per raccogliere fondi da destinare ad iniziative umanitarie, prevalentemente indirizzate a favore dei bambini.

Maria Michele Pizzillo
Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento