Rincari autostrade: Dopo il brindisi di Capodanno, scattano gli aumenti

Rincari autostrade: Dopo il brindisi di Capodanno, scattano gli aumenti

Roma – Scattano dal 1° gennaio gli aumenti sulla rete autostradale, in media dell’8,6%. Per Adoc ingiustificato l’aumento del 4,78% sulla Strada dei Parchi, chiesto il blocco del
rincaro per venire incontro alle famiglie abruzzesi vittime del terremoto e per rilanciare il turismo nella zona.

“L’aumento medio delle tariffe autostradali, pari all’8,6%, è eccessivo, ben oltre il livello d’inflazione registrato durante l’anno – dichiara Carlo Pileri, Presidente dell’Adoc –
inoltre, riteniamo assurdo il rincaro del 4,78% per il pedaggio sulla Strada dei Parchi che collega l’Abruzzo. Dopo il disastroso terremoto la zona non si è ancora completamente ripresa,
molte famiglie hanno ancora la necessità di fare continui trasbordi da e per il proprio luogo d’origine, aumentare il pedaggio è un danno grave e ingiustificato. Per questo
chiediamo che sia posto un blocco agli aumenti sulla Strada dei parchi, mantenendo in vigore le attuali tariffe e auspichiamo, inoltre, una diminuzione dei prezzi che porti i valori delle
tariffe autostradali al periodo antecedente il terremoto. Un intervento che allevierebbe le sofferenze dei terremotati e che potrebbe permettere il rilancio del turismo nella Regione, un
settore fondamentale per l’economia.”

Adoc.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento