Rimborso Windows preinstallato. Ricorso all'antitrust europeo

Firenze – Abbiamo presentato oggi all’Antitrust della Commissione Europea un esposto per denunciare un abuso di posizione dominante da parte di Microsoft realizzato con la
collaborazione dei suoi partner, i cosiddetti OEM (Original Equipement Manufacturer) ovvero i produttori di personal computer, questo abuso si evidenzia nell’impossibilità di trovare PC
senza del sistema operativo Windows preinstallato.

Attraverso un metodo induttivo che prende le mosse dai comportamenti e dai risultati evidenti nelle dinamiche di mercato, Microsoft intrattiene coi propri partner rapporti di forza che si
concretizzano da oltre un decennio in un abuso di posizione dominante nel mercato del software per sistemi operativi, il cui risultato e’ evidente a tutti: una forte aggressione alla
concorrenza nel mercato mondiale del software, non esclusivamente dei sistemi operativi. Il lunghissimo perdurare di tale posizione sta portando ingenti danni ai consumatori ma anche allo
sviluppo tecnologico, essendo la concorrenza totalmente oscurata e annichilita da questo abuso.

Ci auguriamo che l’Antitrust europeo avvalori la nostra ipotesi così come, per esempio, e’ stato anche riconosciuto da un giudice fiorentino. In questo modo la concorrenza potrebbe
rifarsi del tempo perduto e i consumatori potranno scoprire nuovi modi di usare il proprio PC. Legalità non e’ solo il rispetto del diritto d’autore ma anche il rispetto del diritto di
scelta del consumatore, il rispetto della concorrenza e delle regole del mercato.

Qui il testo completo dell’esposto:

Qui il nostro settore Internet dedicato alla materia, con la cronistoria, la modulistica per i ricorsi e le sentenze già avute: https://www.aduc.it/dyn/rimborsowindows

Leggi Anche
Scrivi un commento