Rifiuti, secondo avvertimento della UE all'Italia

La Commissione Europea, come annunciato, ha inviato al governo italiano il secondo avvertimento ufficiale per l’emergenza rifiuti in Campania. Si tratta dell’ultimo passaggio della procedura di
infrazione prima di un eventuale deferimento dell’Italia alla Corte di giustizia del Lussemburgo.

«I rifiuti abbandonati e i fuochi – scrive Bruxelles, nel suo parere motivato – creano seri rischi per la salute e per l’ambiente attraverso la diffusione di malattie e inquinamento
nell’aria, nell’acqua e nella terra».

Adesso, l’Italia ha due mesi di tempo per rispondere e conformarsi alle richieste europee. In caso contrario, e se la Commissione non si ritenesse comunque soddisfatta dalle misure attuate dal
nostro paese, scatterebbe la terza ed ultima fase della procedura d’infrazione: il ricorso alla Corte di giustizia, che, in caso di condanna, potrebbe comminare all’Italia severe sanzioni
pecuniarie.

Leggi Anche
Scrivi un commento