Nutrimento & nutriMENTE

Progetto UE migliorerà le linee guida per la pratica clinica oncologica in Europa

By Redazione

Assicurare che gli ultimi risultati della ricerca sul cancro vengano tradotti in una serie di linee guida per la pratica clinica in Europa è l’obiettivo del progetto finanziato dall’UE
CoCanCPG (Coordination of Cancer Clinical Practice Guidelines in Europe).

La maggior parte dei paesi europei attualmente dispone di programmi per le linee guida di pratica clinica (CPG), progettati per promuovere la trasposizione dei risultati della ricerca nella
pratica clinica. Tuttavia, nonostante i continui sviluppi nell’ambito della diagnosi e della cura dei tumori, i tassi di sopravvivenza variano notevolmente in Europa. I precedenti lavori del
consorzio CoCanCPG hanno rivelato elevati livelli di duplicazione e di frammentazione in molti di questi programmi.

Il nuovo progetto riunisce 17 organizzazioni coinvolte nel finanziamento e nella gestione di programmi nazionali o regionali relativi alle linee guida oncologiche di tutta l’Europa. Esso
è finanziato nell’ambito del Sesto programma quadro (6°PQ) in qualità di ERA-NET. I partner lavoreranno insieme ad una gestione congiunta delle priorità di pertinenza
reciproca nella ricerca e nello sviluppo di linee guida oncologiche, al fine di evitare la duplicazione e la frammentazione. In questo modo essi auspicano di migliorare la trasposizione dei
risultati della ricerca sul cancro nelle pratiche di cura dei tumori.

I partner del progetto hanno già avviato il lavoro, conducendo un’analisi comparativa dei programmi CPG dei partner del progetto. Questo ha consentito ai partner di condividere
informazioni e ha rivelato una serie di differenze in termini di portata dei programmi, di struttura organizzativa e di distribuzione delle capacità. Sono emerse altresì notevoli
differenze di bilancio: alcuni di questi programmi dispongono di appena 4 000 EUR, mentre altri possono avvalersi di 450 000 EUR.

L’analisi comparativa costituirà la base di future attività congiunte per lo sviluppo di linee guida e aiuterà a riunire una massa critica di ricerca da integrare nei
metodi delle linee guida. Questi sforzi saranno ulteriormente sostenuti attraverso la creazione di una piattaforma comune per la condivisione di informazioni e competenze. La piattaforma
fornirà informazioni sulle priorità della ricerca clinica, evidenziando i settori in cui è ancora necessario raccogliere ulteriori prove. Sarà accessibile agli
operatori sanitari, ai responsabili politici e ai pazienti stessi.

I partner del progetto auspicano infine di creare una struttura sostenibile per potenziare il coordinamento e la cooperazione tra i programmi individuali che si protrarranno oltre la fine del
progetto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: