Progetto Borghi teramani, il Consiglio approva lo studio di fattibilità

Teramo, 28 Dicembre 2007 – Nella seduta odierna il Consiglio ha approvato a maggioranza, con l’unico voto contrario del consigliere Sabatino Marziani, lo studio di fattibilità per
il recupero dei borghi della fascia pedemontana e montana, illustrato in una lunga relazione dall’assessore al Turismo e alle Attività produttive Orazio Di Marcello.

Lo studio, finanziato con 150 mila euro di fondi Cipe, traccia la strada per lo sviluppo e valorizzazione di 133 piccoli centri dell’area interna, quasi tutti ricadenti in area Parco.

La necessità di un maggiore coinvolgimento di tutti gli attori e i portatori d’interesse, in relazione all’iter che si sta compiendo con il progetto, è stata chiesta dal
consigliere Carlo Taraschi (An) e sottolineata dal consigliere Raimondo Sfrattoni (Rifondazione).

Sul punto ha fornito rassicurazioni lo stesso presidente Ernino D’Agostino, per il quale «l’approvazione dello studio pone le basi per lo sviluppo del territorio e dà impulso alle
strategie di crescita del nostro turismo».

Il progetto di recupero, coordinato dalla società consortile Borghi Scarl, è destinato ad essere finanziato con fondi pubblici per ciò che riguarda le reti e le
infrastrutture e con investimenti privati per quanto riguarda il recupero degli immobili e la gestione dei servizi turistici.

Leggi Anche
Scrivi un commento