Professione Agronomo!

Professione Agronomo!

“La riforma, per arrivare a rappresentare un sistema professionale vincente in Europa, deve basarsi sull’innalzamento delle competenze dei giovani attraverso la formazione e sul principio di
sussidiarietà dei professionisti nei confronti dei cittadini e della pubblica amministrazione. Solo così potremo guardare al futuro con più fiducia e parlare di professioni
moderne e competitive”. Andrea Sisti, presidente del Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali – oltre 22 mila iscritti – esprime soddisfazione al termine
dell’incontro con il ministro della Giustizia Angelino Alfano per la riforma delle professioni.   

“Di fronte al cambiamento del valore delle professioni servono regole, legalità e trasparenza – afferma Sisti -. La riforma, quindi, dovrà dare maggiore attenzione ai giovani, che
devono essere messi nelle condizioni di poter entrare effettivamente nel mondo del lavoro professionale, e raggiungere un reddito dignitoso, ponendo fine all’incremento della precarizzazione che
oggi è molto diffusa attraverso la formazione in ingresso e la formazione permanente in grado di accompagnare il professionista nel suo percorso di vita”.   

“E’ necessario – conclude Sisti – rivendicare l’italianità delle professioni e della riforma senza guardare con favore ai disastri tipici, invece, di altri Pesi vicini. L’apertura di un
percorso condiviso da parte del ministro Alfano per la realizzazione della riforma, ormai da troppo tempo attesa, è il segnale che c’è spazio perché le professioni, con gli
oltre due milioni di professionisti italiani che rappresentano il 12% del Pil del Paese, tornino a rivestire un ruolo fondamentale per lo sviluppo economico e sociale dell’Italia. Il percorso
è ancora lungo ma gli agronomi italiani sono pronti ad assumersi la loro parte di responsabilità”.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento