Premio per la drammaturgia – Teatro e Shoà – IIa edizione

Regolamento
Art.1 – Il Centro Romano di Studi sull’Ebraismo (CeRSE) dell’Università di Roma «Tor Vergata», in collaborazione con il Corso di Laurea in Storia, scienze e tecniche della
musica e dello spettacolo» dell’Università di Roma «Tor Vergata», e con l’associazione E.T.I.C.A (Ebraico Teatro Internazionale Cultura Arte) indicono la I edizione del
premio per la drammaturgia Teatro e Shoà per un testo nella forma di atto unico teatrale, al quale possono partecipare tutti gli autori di lingua italiana ovunque residenti. I lavori
concorrenti dovranno costituire rappresentazione di normale durata. Non saranno ammessi al concorso lavori già rappresentati, trasmessi per Radio o TV, pubblicati o che abbiano
conseguito premi in altri concorsi.

Art. 2 – I testi devono essere in lingua italiana e avere come tema o come implicito riferimento, nel passato o nel presente la Shoà, recuperandone l’insegnamento e la memoria.

Art. 3 – Il Premio ha cadenza biennale.

Art. 4 – Al testo vincitore sarà assegnato un premio di ? 1.500. Al secondo un premio di ? 500.

Art. 5 – Premio di rappresentanza del Presidente della Repubblica al testo vincitore

Art. 6 – I testi – in 7 copie dattiloscritte più una copia in Cd (formato Word) – dovranno pervenire al seguente indirizzo: CeRSE Premio per la drammaturgia Teatro e Shoà,
Dipartimento di Storia, Università degli Studi di Roma «Tor Vergata», via Columbia n. 1, 00133 Roma, entro e non oltre il 15 luglio 2008.
Il nome, l’indirizzo (anche di posta elettronica) e il recapito telefonico del concorrente dovranno essere scritti su ogni copia.
Una copia dovrà essere inviata anche all’indirizzo e-mail: etica.scrivi@hotmail.com.

Art. 7 – L’autore dovrà accludere una dichiarazione scritta attestante che il testo è opera sua e che corrisponde alle condizioni dell’art. 1, ed una espressa autorizzazione al
trattamento dei dati personali. La segreteria del Premio esclude ogni responsabilità per eventuali smarrimenti o disguidi. Le copie inviate non saranno restituite.

Art. 8 – Se un testo concorrente è premiato, durante lo svolgimento dell’edizione, in altro concorso, questo sarà escluso dal premio per la drammaturgia Teatro e Shoà.

Art. 9 – Nel caso che il testo vincitore sia rappresentato o trasmesso per Radio o TV è fatto obbligo, sul materiale pubblicitario o nelle rappresentazioni indicare il riferimento al
premio per la drammaturgia Teatro e Shoà.

Art. 10 – I partecipanti al premio per la drammaturgia Teatro e Shoà si impegnano ad accettare integralmente il giudizio della Giuria.

Art. 11 – I nomi dei vincitori e dei segnalati saranno comunicati agli organi di informazione. Se la Giuria del Premio ritenesse, a suo insindacabile giudizio, che nessuno dei testi arrivati
è meritevole del primo premio questo non verrà assegnato.

Art. 12 – L’associazione E.T.I.C.A si riserva la possibilità di allestire l’opera vincitrice.

Art. 13 – La proclamazione dei vincitori avverrà in occasione delle celebrazioni del Giorno della Memoria 2009 e la premiazione successivamente in data che sarà stabilita
dall’Università di Tor Vergata. La presenza dei vincitori è condizione per la consegna dei premi.

Art. 14 – Con la loro partecipazione al premio, i concorrenti accettano e s’impegnano a rispettare le condizioni del presente regolamento.

La giuria è composta da:
Presidenti: Edith Bruck, Sergio Escobar

Membri: Francesco Scorza Barcellona, Alessandro Portelli, Anna Foa, Olek Mincer, Lia Levi, Marina Beer,Vittorio Pavoncello

Per informazioni:
CeRSE Dipartimento di Storia
Università degli Studi di Roma «Tor Vergata»
via Columbia, 1 00133 Roma tel. 39 0672595013
e-mail: ebraismo@storia.uniroma2.it

Leggi Anche
Scrivi un commento