«Positive le misure previste dal Garante su latte per l'infanzia e farmaci»

Un’Indagine e un osservatorio per controllare il prezzo del latte per l’infanzia, queste le misure che intende adottare Mister Prezzi per gli aumenti segnalati in questi giorni.

«Per quanto attiene al latte per l’infanzia – afferma Rossella Miracapillo, responsabile dell’Osservatorio Farmaci & Salute del Movimento Consumatori – bisogna sorvegliare in modo
stretto e serrato per evitare le drammatiche speculazioni del passato. Ricordiamo che il prezzo del latte in polvere era determinato dallo ‘scarico’ sul latte delle spese di marketing spinto
che hanno portato negli anni ad azzerare l’allattamento materno, per favorire l’errata cultura in cui il latte in polvere era il meglio che si potesse dare ai propri figli, anche forzando
sull’informazione data alle puerpere da parte di ospedali e pediatri».

«Per quanto riguarda i farmaci di automedicazione – continua la Miracapillo – l’abolizione del prezzo al pubblico ha costituito un incentivo per i farmacisti a tenere d’occhio i prezzi di
acquisto per calcolare in modo corretto il prezzo utile di cessione ai pazienti, Ciò auspicando che eventuali extra sconti, vengano girati ai consumatori. Dall’altro lato si è
evidenziata l’impossibilità dei cittadini di poter verificare il prezzo effettivo del prodotto. Ecco perché la proposta di Mister Prezzi (che ha annunciato l’avvio di una
‘operazione chiarezza’ sul fronte dell’indicazione e confrontabilità dei prezzi di tali farmaci), insieme allo scontrino parlante (ricordiamo che dal 1° gennaio 2008 gli scontrini
delle farmacie devono riportare il nome del farmaco acquistato e il relativo prezzo) e il posizionamento degli schermi della casse ben evidenti possono aiutare a fare i confronti
auspicati».

Leggi Anche
Scrivi un commento