Perlage è certificata BRC: certificazione di qualità e sicurezza alimentare

Sono lo strumento operativo più utilizzato da tutti i Retail stranieri (Inghilterra, Germania e Francia) della GDO per qualificare i propri fornitori riducendo i costi complessivi del
processo e innalzando il livello di sicurezza, la crescita nel sistema distributivo della GDO ha portato le grandi catene straniere a distribuire, oltre ad articoli prodotti da terzi, anche
prodotti a marchio proprio.

I retailer e gli operatori dei servizi connessi agli alimenti hanno perciò l’obbligo di assumere tutte le precauzioni ragionevoli e di esercitare tutta la diligenza necessaria per
evitare incidenti nello sviluppo, nella produzione, nella distribuzione, nella pubblicità o e nella vendita di prodotti alimentari al consumatore.

Questo obbligo, nel contesto dei prodotti a marchio del retailer, include la verifica delle prestazioni tecniche nei siti di produzione degli alimenti.
Dopo vari scandali alimentari,le maggiori catene commerciali ed i grandi gruppi alimentari internazionali hanno deciso di controllare, oltre alle prestazioni tecniche nei siti di produzione,
anche i piani di autocontrollo dei loro fornitori attraverso una disciplina basata su standard o norme di settore, basati sui seguenti criteri:
– Sistema di Gestione della Sicurezza Alimentare (Food Safety Management System)
– Buone Pratiche Agricole/di Fabbricazione/di Commercializzazione
– Sistema HACCP secondo il Codex Alimentarius

Su queste basi gli standard tecnici BRC Food (British Retail Consortium, 1998) e IFS (International Food Standard, 2000) sono stati ufficialmente riconosciuti come adeguati a garantire coerenza
e trasparenza nei processi di controllo lungo tutta la filiera produttiva agroalimentare.
Oggi lo standard «BRC Global Standard – Food» è uno dei più diffusi strumenti internazionali attraverso cui gli operatori della filiera alimentare qualificano i propri
fornitori e l’IFS, di più recente introduzione, sta seguendo la stessa strada.

L’organismo che rappresenta tutti i maggiori retailer britannici, il «British Retail Consortium» (BRC), ha sviluppato uno Standard Tecnico per aiutare i retailer a soddisfare
pienamente i loro obblighi legali e a proteggere il consumatore fornendo una base comune per la verifica di tutte le aziende che forniscono i retailer con prodotti a marchio, richiedendo:
– l’adozione di un piano HACCP (Analisi dei rischi e punti critici di controllo)
– un sistema documentato di gestione della qualità
– il controllo dell’ambiente produttivo, del prodotto, dei processi e del personale

Leggi Anche
Scrivi un commento