Penombre: Due anni con Charlot

Perugia,4 gennaio ’08 – Nella ricorrenza dei 30 anni dalla scomparsa del più grande comico cinematografico di tutti i tempi, anche la Provincia di Perugia, già ideatrice di
una rassegna annuale di cinema muto, «Penombre», vuole rendere omaggio a suo modo a Charlie Chaplin.

Lo fa con una edizione a carattere biennale della stessa rassegna dedicata proprio al genio e all’arte dell’interprete di Charlot, che prenderà avvio il prossimo 7 gennaio quando il
Teatro Morlacchi di Perugia ospiterà la proiezione di «The gold rush – La febbre dell’oro», con l’esibizione dal vivo dell’Orchestra Città Aperta diretta dal M°
Timothy Brock. L’edizione 2007-2008 di «Penombre», l’ottava della serie voluta dall’Assessorato alla cultura guidato da Pier Luigi Neri, sarà quindi un articolato e ricco
omaggio a Chaplin sotto la guida artistica del critico cinematografico Fabio Melelli. Gli appuntamenti in calendario arrivano fino al 2009 e sono ripartiti in due blocchi. Il primo vuole
approfondire la relazione tra Chaplin e gli artisti che con lui fondarono la United Artists, cercando dunque di sganciarsi dalla industria cinematografica hollywoodiana; il secondo invece
metterà in parallelo la figura di Chaplin a quella di Buster Keaton, i due geni della comicità mondiale. A chiudere il ciclo complessivo la proiezione de «Il grande
dittatore», considerato una sorta di ponte lanciato verso il sonoro. Tra le novità assolute di questa nuova edizione di «Penombre» vi è da segnalare la
partecipazione del maestro Timothy Brock, considerato attualmente il più importante direttore d’orchestra per film-concerto esistente al mondo.

Con «Penombre» l’Orchestra «Città aperta», da lui diretta, interverrà come detto nella serata di apertura della rassegna, il 7 gennaio al Morlacchi, e
successivamente in occasione della proiezione di «Luci della città» e «Tempi moderni». Per quanto riguarda la prima opera proposta, «La febbre
dell’oro», si tratta della copia originale del 1925, praticamente inedita in Italia. Si proseguirà poi allargando l’orizzonte agli altri due formidabili cineasti con cui Chaplin
fondò nel 1919 la United Atists. Così scorreranno sugli schermi le gesta eroiche e mirabolanti di Douglas Fairbanks, protagonista degli avventurosi «Pirata nero», rara
pellicola muta a colori e «Il ladro di Bagdad» inventiva variazione sul tradizionale tema della letteratura fiabesca. Ma si vedranno anche tre delle principali opere di David Wark
Griffith, il cineasta che più contribuì alla nascita della grammatica e della sintassi cinematografiche, affrancando l’allora giovane settima arte da ogni debito con il teatro e
la letteratura: «Nascita di una Nazione», celebrazione del mito nordamericano, «Intolerance», apologo sulla necessità della convivenza civile tra gli uomini e
«Giglio Infranto», interpretato dall’attrice feticcio di Griffith, Lillian Gish. Il 2008 si chiuderà con quattro comiche di Chaplin nei panni della sua maschera per
eccellenza, Charlot, l’uomo comune provvisto di dignità e purezza che non si piega davanti alle avversità della vita, sempre pronto a ricominciare nonostante tutto.

Il vagabondo triste dal cuore grande aprirà l’edizione 2009 con «Luci della città», film in cui alla potenza delle gags fanno da contraltare un pessimismo di fondo e
uno spiazzante epilogo che abdica, contro ogni previsione, alla dittatura del lieto fine. A seguire, ancora film di Chaplin, ma anche film di Buster Keaton, l’altra faccia del cinema comico
americano dell’epoca del muto. Il grande finale è però riservato a «Il grande dittatore», il film in cui Chaplin si toglie la maschera. Anche per questa edizione
è previsto il coinvolgimento dei gruppi strumentali degli studenti dei Corsi di Diploma accademico di II livello del Conservatorio di musica di Perugia che con l’esecuzione di musica dal
vivo sottolineeranno le diverse vicende delle proiezioni. L’ingresso ad ogni spettacolo è gratuito. Ma da quest’anno si può contribuire a restaurare e salvare il film «Tabu’
» di F.W. Murnau, casa editrice Ermitage Bologna, con l’acquisto, di una shopper dedicata a Chaplin al costo di 5 euro.

Leggi Anche
Scrivi un commento