Patate et co. Le verdure bianche indispensabili per una dieta sana

Patate et co. Le verdure bianche indispensabili per una dieta sana

La rivincita delle verdure bianche. Fino ad oggi, nutrizioniste ed addetti ai lavori si sono concentrati sulle verdure colorate, ricche di pigmenti dalle tinte vivaci, come la vitamina A ed i
vari antiossidanti.

Tuttavia, anche le verdure pallide (come patate o cavolfiori) sono fondamentali per un’alimentazione amica della salute.

A dirlo, “White Vegetables: A Forgotten Source of Nutrients”,
supplemento a cura della professoressa Connie Weaver pubblicato da “Advances in Nutrition”.

L’articolo inizia con una ricognizione generale, mettendo in luce come la dieta degli americani preveda dosi insufficienti di verdura. Perciò, cercando di dare suggerimenti, la
professoressa si focalizza sulle verdure bianche, a suo dire capaci di far aumentare il consumo di verdure in generale.

In primis, il testo spiega come le verdure bianche siano un gruppo numeroso: oltre alle patate, comprendono cavolfiore, cipolle, funghi, rape e cavolo rapa ed altro.

Inoltre, sono ricche di nutrienti utili: fibre, poi potassio, magnesio. E poi, conclude la scienziata, le verdure bianche sono apprezzate da tutte le fasce d’età, capaci di attirare i
ragazzi quanto gli adulti.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento