O’Munaciello (Firenze) festeggia il suo terzo compleanno

O’Munaciello (Firenze) festeggia il suo terzo compleanno

Con 3 anni di attività (il locale ha festeggiato il suo compleanno lo scorso 19 settembre, San Gennaro), il ristorante O’Munaciello – ambientato in un antico convento del 1600 di Santo
Spirito – continua a rinnovarsi sfornando prelibatezze partenopee sempre nuove e pizze dalla più nobile arte napoletana.

Al suo interno troviamo un vero e proprio spaccato di Napoli, a partire dal brionvega con i video di Maradona, le proiezioni sul muro dei film di Totò, le maschere di carnevale, i cesti
di frutta e verdura, le piante di limone, il carrello delle granite, i panni appesi…

Come ingredienti largo spazio a prodotti acquistati dalle cooperative di Sorrento e dintorni. Nel menù spiccano “paccheri all’amalfitana”, “schiaffoni del calzolaio”, “Ditali fasule
ch’e cozze”, “pasta patane ca’ provola”, “penne allardiate” e come secondi piatti tipici campani rivisitati in chiave estrosa. La domenica è “flambè”, la varietà di dessert
è arricchita con uno show di dolci alla fiamma che comprende “Crepes al cioccolato piccante”, “Crespelle all’arancio flambé”, “Creme bruciate al rosmarino” e il “Cuore fondente in
salsa di pera”.

Aperto dal Martedì alla Domenica, il locale vanta come nota caratteristica una saletta privata, “Reginella”, per sole 5 persone.

“O’ Munaciello”: il folletto narrato (da Matilde Serao) come “gobbo, paffuto e rubicondo, con bel pancione e gambe corte, veste da monaco ma monaco non è, in verità è un
famoso sacripante, ladro, bricconcello, pizzicatore di sederi, terrore dei conventi di monache che molesta…indovina i numeri vincenti, vanitoso e tronfio nella sua indiscussa fama di
incallito Don Giovanni si rimpinza di tutto”… ispira questo ristorante-pizzeria di Santo Spirito, quartiere popolare e cuore pulsante per eccellenza di Firenze, con le sue antiche botteghe
di artigiani ed umanità varia.

Il Mercoledì Musica dal vivo con “I Napolitaliani”

Riprendono gli appuntamenti dal vivo del mercoledì sera in compagnia dei “Napolitaliani” di Silvano Murgia.
Il duo campano, ispirandosi alle tematiche del dell’amore e del tradimento, propone ogni settimana una session live in cui vengono interpretati i più grandi successi della canzone
partenopea. I Napolitaliani sono un duo di musicisti originari da percorsi artistici non coincidenti: la musica d’autore leggera ed il repertorio lirico. La loro bravura è stata quella
di saper trovare nelle terra natale di entrambe un approdo comune su cui impostare le proprie esibizioni, ben miscelando le diverse sfaccettature dei due stili.
Il duo inoltre ha di recente presentato il nuovo cd “O’Munaciello canta Napoli”, compilation nata da passioni comuni tra imprenditori fiorentini e artisti napoletani con il fine di promuovere
la canzone partenopea. Il disco, che sigla la partecipazione del trio composto da Silvano Murgia (chitarre e voce), Raimondo Ponticelli (voce) e Osvaldo Di Dio (arrangiamenti per chitarra e
voce), comprende nove remake di canzoni storiche napoletane che spaziano da assaggi di classici antichi (anche del ‘700 e ‘800) fino ad un più moderno repertorio dei giorni
nostri. Il cd è disponibile alla cassa del ristorante.

Ogni settimana i Napolitaliani offrono all’interno dei loro live un piccolo tributo ad un tema, un’artista o una località campana:

MERCOLEDI’ 1° OTTOBRE un omaggio a “Positano”

MERCOLEDI’ 8 OTTOBRE in un omaggio a “Posillipo”

MERCOLEDI’ 15 OTTOBRE in un omaggio a “Capri”

MERCOLEDI’ 22 OTTOBRE in un omaggio a “Amalfi”

MERCOLEDI’ 29 OTTOBRE in un omaggio a “Sorrento”

“a tutti i Munacielli a giro per il mondo, “a lui
dovunque sia, o qualsiasi cosa sia, che conserva e
porta con sé, come uno scrigno, gli infiniti misteri
della vita ed i sogni di felicità della gente semplice”
con simpatia è pensato questo ristorante…”

O’ Munaciello
Ristorante – Pizzeria (forno a legna)
Via Maffia, 31r – Quartiere Santo Spirito (Firenze) – tel. 055.287198
Prenotazione saletta “Reginella” 392.0695432
www.munaciello.it

Leggi Anche
Scrivi un commento