Omicidio- suicidio, due anziani coniugi morti nelle Marche

 

Una mattina come tutte le altre per Marco Reggimenti, giovane di 24 anni che viveva con la famiglia, a Roccafluvione, in provincia di Ascoli Piceno.

Si era alzato presto ed era andato in bagno. Lì ha fatto la scoperta agghiacciante. Ha trovato il padre, Gabriele, impiccato. Si è precipitato in camera da letto per
avvertire la madre Gerda Jeep. Ed ecco un nuovo orrore. La donna era riversa sul pavimento uccisa da un colpo alla testa, sul collo forse i segni di un tentativo di strangolamento.

Secondo i carabinieri si tratterebbe di un omicidio-suicidio. Gabriele Reggimenti, ex operaio di sessantacinque anni, avrebbe colpito a morte la moglie sessantenne con un corpo
contundente e poi si sarebbe impiccato in bagno.

La donna, di origine tedesca, era gravemente diabetica e usciva raramente di casa, i soldi che riceveva dallo Stato e la pensione del marito forse non erano sufficienti per arrivare a
fine mese.

Gabriele Reggimenti si lamentava spesso delle difficoltà economiche. Probabilmente sarebbe stato originato da questo il raptus che ha spinto l’uomo ad uccidere e suicidarsi.

Leggi Anche
Scrivi un commento