Oltrevini: un anno di emozioni con i vini dell’Oltrepò

Oltrevini: un anno di emozioni con i vini dell’Oltrepò

Come lo scorso anno, la manifestazione avrà un’anteprima nella serata che precede l’evento: l’inaugurazione si terrà infatti venerdì 8 maggio, alle ore 22.00, dopo il
concerto che prevede la partecipazione del Maestro Ennio Poggi (Chiesa di San Pietro Martire, ore 21.00).

Se lo schema dell’iniziativa ripropone la formula tecnica di successo dello scorso anno, molte sono le novità nell’edizione 2009.

La selezione di Paolo Massobrio e Marco Gatti

Prima novità, il criterio di selezione dei vini le cui Aziende produttrici saranno invitate a partecipare. La selezione è stata infatti condotta da due fra i più autorevoli
esperti di vino italiani, il giornalista e critico enogastronomico Paolo Massobrio, presidente di Club di Papillon, e il giornalista Marco Gatti, vicepresidente di Club di Papillon e grande
conoscitore dei vini dell’Oltrepò. Due nomi prestigiosi e di completa professionalità, ai quali Casteggio Servizi, attuatore dell’evento per il Comune di Casteggio, ente
organizzatore di Oltrevini, ha chiesto nei mesi scorsi di valutare e individuare i vini protagonisti dell’eccellenza del territorio. L’elenco indicato da Massobrio e Gatti rappresenterà
non soltanto il criterio di partecipazione all’evento, ma «vivrà» per il corso di tutto il 2009 in una serie di iniziative pianificate da Casteggio Servizi. E sarà la
prima «guida virtuale» esclusivamente dedicata ai vini dell’Oltrepò fruibile da fine marzo sul rinnovato sito www.oltrevini.it. Collegato a una newsletter periodica, il sito di
Oltrevini aggiornerà sulle iniziative in programma, con approfondimenti sui protagonisti dell’Oltrepò: vini, Aziende, eventi e territorio.

Un anno di emozioni con i vini dell’Oltrepò: nasce l’Enoteca di Oltrevini

L’evento del prossimo 9 e 10 maggio, con la sua formula di identità tecnica, sarà la prima di una serie di iniziative sotto il segno di Oltrevini.

L’appuntamento con le migliori espressioni del vino dell’Oltrepò tornerà nella 627° edizione della Fiera dell’Ascensione di Voghera (22/24 maggio): grazie all’accordo fra
Casteggio Servizi e ASM Voghera, presieduta da Gianpiero Rocca e di cui è Amministratore Delegato Stefano Bina, la «Sensia» ospiterà quest’anno infatti il Padiglione
Vini, scenario che accenderà nuovamente i riflettori sui vini di Oltrevini.

E, ancora, Oltrevini siglerà la sua presenza nella Rassegna di Casteggio (26-30 agosto) e nella Fiera del Tartufo e del Miele (28-29 novembre, Casteggio).

A far da filo conduttore fra i vari eventi sarà l’Enoteca di Oltrevini, «luogo» itinerante e occasione nella quale acquistare i vini proposti presso gli stand aziendali o in
banco d’assaggio. L’Enoteca di Oltrevini sarà gestita da Casteggio Servizi, in accordo con le Aziende dell’Oltrepò, alle quali sarà offerta l’opportunità di scegliere
la partecipazione alle iniziative di loro maggiore interesse.

Il programma di Oltrevini 2009

Taglio del nastro in programma venerdì 8 maggio alle ore 22.00 per la 39° edizione di Oltrevini, nello splendido scenario settecentesco della Certosa Cantù di Casteggio e nel
suggestivo contesto serale. Sarà Paolo Massobrio ad accompagnare la serata inaugurale.

Ma l’evento a livello mediatico si riproporrà anche il giorno successivo, sabato 9 maggio, con il grande appuntamento di riconoscimento pubblico alle Aziende partecipanti: sempre presso la
Certosa Cantù, Paolo Massobrio, Marco Gatti e gli organizzatori della manifestazione (Comune di Casteggio attraverso Casteggio Servizi, in collaborazione con Camera di Commercio di Pavia e
Provincia di Pavia), inviteranno le Aziende partecipanti a salire sul palcoscenico di Oltrevini per la consegna dell’ attestato di presenza significativo dei livelli qualitativi dei vini
selezionati (ore 10.30).

A seguire, la prima delle degustazioni dedicate ai vini delle Aziende presenti (ore 12.00), secondo un calendario che prevede un successivo appuntamento riservato agli operatori della
ristorazione (sabato 9 maggio, ore 15.00) e guidato da Paolo Massobrio.

Numerose le degustazioni per il pubblico (sabato 9 maggio: ore 12.00, ore 17.30 e ore 21.00 – domenica 10 maggio: ore 11.30, 15.00 e 17.30. Numero posti limitato. Necessaria la prenotazione)
curate da esperti e professionisti del settore.

Gli orari di apertura degli spazi espositivi e dell’Enoteca di Oltrevini saranno i seguenti: venerdì 8 maggio, ore 22.00 – 23.30; sabato 9 maggio, ore 10.00 – 23.30; domenica 10 maggio,
ore 10.00 – 19.00. (info: www.oltrevini.it; Tel. 0383 82476).

Oltrevini, per un bere moderato, buono e sicuro

La filosofia di Oltrevini 2009 e della sua articolazione in appuntamenti programmati da maggio a novembre è riconducibile a un’unica parola: territorio. E’ il territorio Oltrepò,
con i suoi patrimoni di ambiente, storia, cultura e gastronomia, ad affermarsi nel 2009 con la sua complessa e marcata identità. E con attenzione anche ai fenomeni sociali. Parte da
Oltrevini, grazie alla collaborazione con l’Assessorato alla Solidarietà Sociale e Parità della Provincia di Pavia, retto da Annita Daglia, la campagna di sensibilizzazione per un
«bere moderato, buono e sicuro», invito che sarà rinnovato ad ogni iniziativa programmata e che troverà momenti di approfondimento nelle varie occasioni di incontro
organizzate da Casteggio Servizi.

L’identità della tradizione: il binomio vini – gastronomia, la valorizzazione della Carta dei Vini dell’Oltrepò

Ma l’Oltrepò è anche qualità e identità gastronomica, che Casteggio Servizi intende valorizzare nel corso del 2009. Su stimolo della Strada del Vino e dei Sapori
dell’Oltrepò Pavese, di cui è Presidente Fabio Tonalini, Casteggio Servizi invita infatti al riconoscimento di portata simbolo dell’Oltrepò per l’agnolotto rigorosamente
preparato con ripieno di stufato al Bonarda o alla Barbera dell’Oltrepò. La sinergia fra le due realtà si esplicherà già in occasione di Oltrevini, con l’invito da
parte di Casteggio Servizi a conoscere, prima o dopo la visita alla Certosa Cantù, direttamente «nel piatto» l’agnolotto dell’Oltrepò presso i ristoranti della Strada
del Vino e dei Sapori, che, a loro volta, valorizzeranno i vini dell’Oltrepò presenti nella loro Carta dei Vini.

Casteggio Servizi e Oltrevini, promozione dentro e fuori il territorio. Il Talento d’Oro

E’ attualmente allo studio della presidenza del Concorso del Talento d’Oro la modalità di aggiornamento del Concorso, che nelle sue fasi attuative potrebbe essere seguito in futuro da
Casteggio Servizi. Con una convinzione, che così esprime Michele Rossetti, Assessore all’Agricoltura del Comune di Casteggio e Presidente del Concorso Enologico: «Oltrevini si sta
delineando come nome sinonimo dei vini dell’Oltrepò, quindi utilizzabile non soltanto sul territorio ma anche al di fuori di esso, con la forza di un’immediata riconoscibilità.
Casteggio Servizi può diventare, questo come auspico in prospettiva, anche motore di collegamento fra manifestazioni del vino extraterritoriali e le Aziende oltrepadane, occupandosi di
contatti, informazioni e organizzazione. Questa è una soddisfazione amministrativa per l’Assessorato all’Agricoltura, che trova in Oltrevini così come concepita attualmente una
risposta concreta agli obiettivi e alle tematiche formulate negli scorsi anni. In quest’ottica evolutiva, quale Presidente del Concorso del Talento d’oro segnalo che è allo studio
l’eventualità di una modifica del Concorso tale da rendere Casteggio Servizi operativa anche in questo senso e conferire al Concorso una nuova, aggiornata identità, vantaggiosa e
proficua per le Aziende dell’Oltrepò».

Il Comune di Casteggio per Oltrevini

Giunto alla sua 39° edizione, Oltrevini è l’evento che più connota il sistema dei vini e del territorio Oltrepò. L’evento, pensato e sostenuto dal Comune di Casteggio in
collaborazione con la Camera di Commercio di Pavia, presieduta da Piero Mossi, e la Provincia di Pavia, in particolare con l’Assessorato all’Agricoltura retto da Mario Anselmi, è
sintetizzato dal Sindaco di Casteggio, Michele Manfra, con la seguente riflessione: «La 39° edizione di Oltrevini rappresenta, per la città di Casteggio e per tutto
l’Oltrepò, un momento importante. Siamo alla soglia dei 40 anni e, per me personalmente, significa il raggiungimento di alcuni traguardi che mi ero proposto: creare un evento tecnico per
il vino , ma anche far sistema con il territorio. L’evento tecnico è nato un anno fa, con la nuova compagine di Casteggio Servizi, composta dal Presidente Piero Bonferoni e dai Consiglieri
d’Amministrazione Giuseppe Carbone e Cinzia Montagna.

Quest’anno l’aspetto tecnico è rafforzato, grazie alla collaborazione preziosa di Paolo Massobrio e Marco Gatti. Ma Oltrevini, quest’anno, assume anche un altro significato e si tratta del
secondo obiettivo che ci proponevamo: creare intorno ad Oltrevini un «sistema Oltrepò», con il suo patrimonio enologico, ma anche con il suo patrimonio gastronomico, culturale,
di attenzione all’ambiente e ai fenomeni sociali. Protagoniste di Oltrevini sono le Aziende ed è il territorio, con le sue città e i suoi paesi, una grande risorsa che vuole
richiamare e che merita attenzione. Il fatto che siano protagonisti per tutto il 2009, ha comportato a Casteggio Servizi un impegno di cui voglio ringraziare il Presidente Bonferoni e i
consiglieri Montagna e Carbone, poiché per la prima volta abbiamo una pianificazione non episodica ma continuativa e articolata, tale da consentire anche alle Aziende una loro
programmazione di presenze. Sarà questa programmazione, almeno nel mio auspicio, a rappresentare un forte strumento di comunicazione da cui l’Oltrepò emerga non come
«fatto» episodico ma come contesto di qualità, in primis per i vini. Ringraziando la Giunta e il Consiglio Comunale, la Camera di Commercio e la Provincia che, insieme, hanno
seguito e favorito la costruzione della nuova Oltrevini, auspicando il raggiungimento di un risultato territoriale per tutti positivo, formulo il mio invito a Oltrevini, 39°
edizione».

39° edizione di Oltrevini
Casteggio (PV) – Certosa Cantù
9-10 maggio 2009

Orari d’apertura al pubblico degli spazi espositivi ed Enoteca di Oltrevini:

sabato 9 maggio, dalle ore 10.00 alle ore 23.30

domenica 10 maggio, dalle ore 10.00 alle ore 19.00

Inaugurazione: venerdì 8 maggio, ore 22.00 (su invito)
Ingresso: 7 Euro (comprendente calice Oltrevini e taschina portacalice)
Informazioni, accrediti e prenotazione degustazioni:
info@oltrevini.it
ufficio.stampa@oltrevini.it
www.oltrevini.it
Tel. 0383 82476

39° edizione di Oltrevini
Casteggio (PV), 9-10 maggio 2009

Presentazione di Paolo Massobrio e Marco Gatti

I «NOSTRI» VINI DELL’OLTREPO’

Se ci chiedessero qual è il vino del cuore, credo che inizieremmo a elencare nomi su nomi e molti di questi cadrebbero proprio nell’Oltrepò Pavese. Che per la cucina della
nostra tradizione, essendo uomini del Nord, non può non avere un privilegio per la Bonarda, che rappresenta il primo riferimento di un vino godibile, piacevole, addirittura
complesso in alcune versioni ferme che si sono imposte negli ultimi anni. Ma il vero tesoro dell’Oltrepò Pavese, che attende il dovuto riconoscimento internazionale è nel
pinot nero, vitigno padre di brut ma anche di vini in purezza, che ci hanno sorpreso persino nella vinificazione in bianco. In mezzo a questo asse, ci sono poi i vini bianchi longevi,
espressione del riesling, e la Barbera, che segna una vocazione e un adattamento perfetto a queste terre generose verso questo vino.

Abbiamo segnato un poker di vini, che hanno, tutti, dal punto di vista della comunicazione e della diffusione quello che in gergo di marketing viene chiamata «area
di miglioramento».

Ora, se un caposaldo del marketing è la qualità intrinseca dei vini, crediamo che su questo fronte si sono fatti progressi per dire: «Siamo pronti».

Lo stesso dicasi del secondo fattore, che è il prezzo, laddove il sistema dell’Oltrepò Pavese permette di avere ancor oggi il «vino quotidiano», ossia un vino
buono per tutti i giorni ad un prezzo accettabile soprattutto in una congiuntura come quella stiamo vivendo.

Manca la terza gamba del marketing che è la promozione. Ma in questo caso crediamo che il primo passo sia proprio impastarsi col territorio, posare lo sguardo
sui paesi, le colline, insomma su un’economia reale che dà origine a questi vini. E poi assaggiarli davanti ai produttori, che rappresentano anche nuove generazioni che si
sono affacciate sul mercato, pieni dell’assunzione di responsabilità – come la chiamava Veronelli – di mantenere vivo un territorio.

Ecco, l’iniziativa di Casteggio rappresenta tutto questo. Più che una fiera è un incontro, a tu per tu, con uomini, paesaggi e vini che, siamo certi, si
scopriranno «grandi» (dal punto di vista qualitativo) e per alcuni, forse, per la prima volta.

A noi hanno entusiasmato i vini di 85 cantine, che inizialmente abbiamo selezionato per l’edizione Oltrevini di quest’anno. Altre si aggiungeranno dopo aver terminato le
nostre degustazioni, per essere invitate a mostrare il «sistema» della qualità dei vini dell’Oltrepò Pavese oggi.

Ci vediamo a Casteggio?

Paolo Massobrio e Marco Gatti

Leggi Anche
Scrivi un commento