Olio di oliva & invecchiamento cerebrale

Olio di oliva & invecchiamento cerebrale

La dr.ssa Cinzia Chiarion, medico internista con il pallino dell’olivicoltura, domenica 29 novembre alle ore 15 a Castelnuovo di Subbiano (nei pressi di Arezzo), alla  rassegna annuale di
OLIOINTAVOLA, nell’angolo dedicato ad Olio&Salute intervisterà il dr. Massimo Marchi psichiatra di Firenze, e cultore dell’olio di oliva sul tema “L’Olio extravergine di oliva &
invecchiamento cerebrale” ed insieme risponderanno alle domande dei consumatori.

La dr.ssa. Chiarion, è una esperta del rapporto olio/salute, e nel corso degli anni ha approfondito l’argomento tanto che, con l’aiuto di alcuni suoi colleghi medici, ha realizzato il sito
web www.olioesalute.it, che sarà attivo entro Natale, per divulgare al grande pubblico il rapporto tra l’olio extravergine di oliva e le più importanti malattie
dell’organismo.

Nelle scorse edizioni dapprima la dr.ssa Chiarion ha tracciato il quadro generale delle qualità benefiche dell’olio extravergine di oliva sui vari organi, poi sono iniziati i contributi
degli specialisti. Gli incontri sono strutturati come intervista per renderli vivaci  e di facile ascolto. L’anno scorso, ad esempio, è stato intervistato il dott Leonardo Gramigna
sul tema “Olio extravergine di oliva e Malattie cardiovascolari”.

“Quest’anno con l’intervista al dott. Marchi – sottolinea la dott. Chiarion – affronteremo i benefici che il consumo dell’olio ha sul cervello. Così si parlerà dello stress
ossidativo che causa l’invecchiamento precoce, dello studio compiuto da alcuni ricercatori americani dell’Università di Chicago che ha dimostrato che  un composto dell’olio di oliva
l’oleocante protegge dall’Alzheimer. Si parlerà anche degli studi che hanno accertato che  una dieta ricca di olio extravergine di oliva contribuisce a ridurre gli effetti debilitanti
del Parkinson. E poi … visto  che Marchi è  un psichiatra, assieme  al pubblico cercherò di  “strizzarlo” per farci raccontare più cose
possibili”.

 

Naturalmente, come ogni anno, alla fine dell’intervista programmata il pubblico potrà porre al nostro ospite tutte le domande che crede.

Leggi Anche
Scrivi un commento