Oli vegetali, contro il cancro alla prostata

Oli vegetali, contro il cancro alla prostata

Gli oli vegetali: in primis l’olio d’oliva, ma anche di canola, di noci, di semi e di avocado. Ricchi di grassi insaturi, possono ridurre il rischio di cancro alla prostata, sia per quanto
riguarda l’insorgenza che per la mortalità.

Questo il messaggio di una ricerca dell’University of California a San Francisco (UCSF), diretta dalla dottoressa Erin Richman
e pubblicata su “Jama”.

Il team UCSF ha lavorato con 4.577 volontari, tutti affetti da cancro alla prostata non metastatico.

Prima, gli studiosi hanno analizzato le loro abitudini alimentari: dopodichè, li hanno spinti a sostituire i grassi saturi (grassi animali) e carboidrati con i grassi derivanti dagli oli
vegetali, tra cui l’olio d’oliva, l’olio di canola, l’olio di noci, l’olio di semi e l’olio di avocado.

Alla fine di otto anni d’osservazione, è stato rilevato come il 21% dei volontari (circa un quinto) fosse deceduto a causa della malattia, il 31% per malattie cardiache e circa un altro
21% fosse deceduto per altri tipi di cancro.

Controllando poi eventuali legami cibo-salute, è emerso come coloro che avevano sostituito il 10% del loro consumo di carboidrati giornaliero totale con i grassi vegetali sani mostravano
un rischio inferiore (-29%) di sviluppare il cancro alla prostata mortale ed anche (-26%) di morte prematura.

Inoltre, il consumo di 1 grammo/giorno di noci riduceva (-18%) il rischio di cancro alla prostata letale e di morte (-11%).

Secondo la dottoressa Richman, i buoni risultati sono spiegali con la composizione degli oli vegetali. Questi forniscono infatti antiossidanti e grassi insaturi, capaci di ridurre livelli
d’insulina ed infiammazioni, stimolo per le malattie (tra cui il cancro). Indagini precedenti avevano collegato buoni livelli di grassi insaturi a salute cardiovascolare: ora, “La nostra
ricerca ha dimostrato ulteriori potenziali benefici del consumo di grassi insaturi negli uomini con carcinoma della prostata”.

A parlare, anche i suoi colleghi di lavoro: ” Nel complesso i nostri risultati supportano i benefici di una consulenza per uomini con il cancro alla prostata al fine di seguire una dieta sana
per il cuore, in cui le calorie da carboidrati vengono sostituite con grassi insaturi da oli e noci per ridurre il rischio di mortalità per qualsiasi causa. Il potenziale e specifico
beneficio del consumo di grassi vegetali in caso di cancro alla prostata merita ulteriori ricerche”.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento