Nella Cantina di Miss Italia sbarcano i profumi e i sapori della provincia di Lucca

Nella Cantina di Miss Italia sbarcano i profumi e i sapori della provincia di Lucca

E sabato 12 settembre potrebbe essere definito il Lucca Day con il favoloso paniere enogastronomico del territorio a fare bella mostra di sé nella Cantina curata da Fausto Borella,
Presidente di Maestrodivino e perfetto anfitrione che accoglie gli ospiti e gli amici della stampa illustrando loro le caratteristiche dei prodotti proposti di giorno in giorno. E con i tesori
del territorio lucchese il compito diventa ancora più piacevole.

“Due doc di gran livello come Colline Lucchesi e Montecarlo – spiega Borella, esperto sommelier – un extravergine notevolissimo come la Dop Lucca. E poi altri prodotti certificati come la farina
di castagne, il farro della Garfagnana e tante altre prelibatezze che fanno del territorio lucchese un vero paradiso per i gourmet di tutto il mondo”.

E intanto a godere di queste delizie che riempiono calici e piatti sono appunto gli ospiti della cantina di Miss Italia nel corso di una non stop che, grazie alle Apt di Lucca e Versilia e
all’Associazione Strada del Vino e dell’Olio, si presenta come memorabile.

“Il nostro è un territorio magico – sottolinea con orgoglio Alessandro Adami, Presidente dell’Associazione Strada del Vino e dell’Olio – che nel giro di 20 chilometri passa dalle spiagge
della Versilia ai 2.000 metri delle Alpi Apuane. Una sorta di continente in miniatura che, nel corso dei secoli, ha rubato il cuore a milioni di visitatori, conquistati dalle nostre bellezze
paesaggistiche e artistiche. E anche dai nostri eccellenti vini, da un olio extravergine che ha pochi eguali, da formaggi e salumi difficili da dimenticare”.

Non a caso il territorio di Lucca può vantare un testimonial straordinario.

“Il grande Giacomo Puccini, non solo era originario della nostra terra – continua Adami – ma di questa era un grandissimo estimatore. Raffinato gourmet, non mancava mai di decantare la
bontà dei nostri prodotti e il valore della cucina delle nostre parti”.

Cucina che ha confermato tutto il suo valore nello splendido spazio dedicato alla “Cantina di Miss Italia”. Una serie di piatti davvero tutti da scoprire che hanno suscitato gli entusiasmi degli
ospiti. A partire dalla particolare Polenta con Mais Formentone Ottofile con Cinghiale, per proseguire da un insolito quanto gustoso Farro di Mare e dei tipici Tortelli Lucchesi. Gran finale in
dolcezza con il “Dessert Versilia”, un delicato semifreddo al liquore che ha spinto molti ospiti al bis.

Il tutto accompagnato dallo straordinario pane di Altopascio. “Un pane tra i più importanti del nostro Paese –
spiega Maurizio Marchetti, sindaco di Altopascio nonché presidente dell’Associazione Città del Pane – il giusto
completamento a un menu che ha evidenziato il livello dei prodotti di un territorio, quello lucchese, che tutti dovrebbero visitare e conoscere”.

Un menu, aggiungiamo noi, che ha tentato anche le miss, per solito molto attente alla linea. E che ha confermato il successo della Cantina di Miss Italia, ideata e curata da Patrizia Mirigliani e
Fausto Borella.

Leggi Anche
Scrivi un commento